SALERNITANA RIMONTATA E SUPERATA A NOVARA LA SUPERCOPPA SI ALLONTANA

SALERNITANA RIMONTATA E SUPERATA A NOVARA LA SUPERCOPPA SI ALLONTANA

Partita bella e avvincente in questo primo assaggio di Supercoppa di Lega Pro tra Novara e Salernitana che è anche un anticipo del prossimo campionato di Serie B. Vittoria in rimonta 3-2 dei piemontesi che dimostrano una buona tenuta fisica al contrario dei campani.  Salernitana in vantaggio nella prima frazione grazie ad un bolide di Favasuli al 13’ che fa secco Montipò. Piemontesi pericolosi in avvio con Evacuo e Gonzales ma poi gli uomini di Menichini salgono in cattedra con un superlativo Calil e trovano il vantaggio. Bovo al 40’, dopo una serie di ripartenze pungenti di Negro e Gabionetta si divora il raddoppio tutto solo dinanzi all’estremo piemontese mentre un super Gori sventa nel finale di tempo tre occasioni degli azzurri di Toscano con Garofalo, Gonzales ed Evacuo. Nella ripresa i padroni di casa si gettano subito in avanti e un’ingenuità di Bocchetti provoca un calcio di rigore che bomber Evacuo trasforma con Gori sulla traiettoria. Il Novara prende le redini della partita in mano ma la pragmaticità della Salernitana colpisce ancora al 9’ con un bel cross di Tuia da destra che trova Gabionetta che di punta sinistra riporta in vantaggio i granata. Toscano gioca la carta Corazza, ma è la Salernitana a sfiorare il tris dieci minuti dopo ancora con Gabionetta che non ribadisce in rete da due passi un invitante cross su punizione di Negro. Il trainer locale inserisce anche l’ariete Della Rocca passando ad uno sbilanciatissimo 4-2-4. E i cambi danno ragione a Mimmo Toscano, al 28’ di nuovo parità: indecisione a centrocampo di Favasuli e Corazza si presenta tutto solo dinanzi a Gori e di pallonetto lo supera. La partita diventa ancora più viva con gli azzurri decisi a vincerla provandoci con Evacuo senza fortuna e i granata pronti a ripartire in contropiede. Dopo due minuti tris piemontese: cross di Corazza per Della Rocca che ciabatta il tiro che termina proprio sul ginocchio di Evacuo che devia in rete il 3-2. Esplode il Piola e Menichini prova la carta Perrulli al posto di un opaco Bovo. Il tris degli azzurri spegne la partita con i campani incapaci di produrre il massimo sforzo per arrivare al pari. Nel finale espulso anche Trevisan per doppio giallo mentre spazio anche per il baby granata Cappiello che rileva Calil. Salernitana che ora affronterà mercoledi all’Arechi il Teramo cercando di vincere con una buona differenza reti e sperando poi nella successiva partita tra abruzzesi e piemontesi che termini appannaggio dei biancorossi.

 

Primo atto dunque della Supercoppa tra Novara e Salernitana. La vincitrice del girone A e quella del girone C si affrontano allo stadio Piola, in una serata mite dopo le pioggie di ieri.

Le due squadre arrivano col fiato corto all’appuntamento: il Novara ha appena chiuso i giochi per il salto di categoria dopo una tribolata stagione tra penalizzazioni e ricorsi, la Salernitana sta festeggiando ininterrottamente da tre settimane. Mister Menichini ha diversi atleti indisponibili, tra squalificati e infortunati (Pestrin, Lanzaro, Cristea, Nalini, Colombo e Mendicino), ma riesce a mandare in campo un undici competitivo, grazie al pieno recupero di Calil. In panchina, invece, spazio per l’acciaccato Bianchi e per tanti giovani (da Grillo a Tagliavacche, passando per i Berretti Penta e Cappiello).

In campo i granata si schierano col 4-3-3: Gori tra i pali; Tuia, Bocchetti, Trevisan e Franco in difesa; Bovo, Moro e Favasuli in mediana; Gabionetta, Calil e Negro in avanti. Il Novara di mister Toscano (che in estate era stato accostato alla Salernitana prima dell’ingaggio di Somma) gioa invece col 3-4-3: Montipò in porta; terzetto difensivo composto da Freddi, Bergamelli e Vicari; Dickmann e l’ex granata Garofalo sulle fasce, Buzzegoli e Pesce in mezzo; in avanti il trio delle meraviglie Gonzalez, Evacuo, Adorjan (capace di produrre 41 reti in stagione regolare). In panchina, l’altro ex granata Bergamelli, il centrocampista Miglietta (in passato trattato dalla Salernitana) e l’attaccante Della Rocca (a gennaio oggetto di un tentativo di scambio con Negro tra Salernitana e Lecce) insieme a Corazza. FONTE SALERNONOTIZIE

TABELLINO   –   NOVARA-SALERNITANA 3-2

NOVARA (3-4-3): Montipò; Freddi (20′ st Della Rocca), Vicari, Bergamelli; Dickman, Pesce, Buzzegoli, Garofalo; Gonzalez, Evacuo (34′ st Schiavi), Adorjan (13′ st Corazza). A disp: Tonozzi, Beye, Garufo, Faragò. All: Toscano.

SALERNITANA (4-3-3): Gori; Tuia, Bocchetti, Trevisan, Franco; Bovo (32′ st Perrulli), Moro, Favasuli; Gabionetta, Calil (44′ st Cappiello), Negro. A disp: Russo, Bianchi, Grillo, Penta, Tagliavacche. All: Menichini.

Arbitro: Marini di Roma 2 (Imperiale/Sgheiz)

NOTE Marcatori: 13′ Favasuli (S), 4′ st rig. e 31′ st Evacuo (N), 12′ st Gabionetta (S), 27′ st Corazza (N); Ammoniti: Bovo, Tuia, (S), Bergamelli, Gonzalez, Garofalo (N); Espulso: Trevisan (S) per somma di ammonizioni; Angoli: 3-0; Recupero: 0′ pt – 5′ st; Spettatori 2.625 per un incasso di euro 27.235.

Categories: LEGA PRO

About Author