SALERNITANA,SUMMIT A ROMA LOTITO FABIANI

SALERNITANA,SUMMIT A ROMA LOTITO FABIANI

Summit Lotito-Fabiani fino a notte fonda. Prima i rinnovi, poi il resto, ma intanto proprietà e dirigenza gettano le basi per la Salernitana che verrà. L’hanno fatto ieri nel quartier generale di Lotito, a Villa San Sebastiano, nella capitale, per dare un’accelerata al mercato. Un briefing incastrato tra i mille impegni del patron. Sul tavolo le indicazioni di Torrente, la composizione del suo staff, rinnovi e lo sblocco delle operazioni con la Lazio. Pressoché definito l’arrivo del portiere Strakosha, gli altri biancocelesti sul taccuino sono l’estroso Oikonomidis, il centrocampista Crecco, il terzino sinistro Filippini (tutti ’95) e l’attaccante Perea (’93).C’è da convincere quest’ultimo a tornare in B, dopo un anno in chiaroscuro tra Perugia e Lazio. «Salerno è una piazza importante, ma se non capiamo quali sono le intenzioni della società, è impossibile parlarne», si smarca l’agente del colombiano. Potrebbe essere arrivato il momento. Oikonomidis è in Australia: la prossima settimana sarà chiarito il suo futuro, sul suo conto fioccano le richieste. Per Crecco c’è tanta concorrenza, Filippini è congelato. E Tounkara (’96)? Per lui quasi certamente niente Salerno.«Logiche e strategie di mercato, ci vuole tempo», per dirla alla Fabiani. Per i pezzi pregiati soprattutto, vedi il difensore Schiavi (’86) o l’ariete Cani (’89), per i quali c’è da attendere l’evoluzione del caso Catania che può regalare scenari intriganti. Per l’attacco piace sempre Donnarumma (’90), rientrato a Pescara dopo le faville di Teramo.Mercato in fase di stallo un po’ ovunque, per via dell’incertezza sui campionati. E la Salernitana pensa ai prolungamenti. Oggi è il giorno di Pestrin, che stamani incontrerà la dirigenza per ratificare l’allungamento fino a giugno 2016. A breve sarà la volta di Tuia, mentre Gori e Bovo restano in attesa.«Serenamente», dice il mediano, forte di un accordo sulla parola stipulato al suo arrivo in granata. «Non vedo perché debba essere disatteso, Fabiani è sempre stato corretto – prosegue – Non ho considerato altre proposte per ora, vorrei restare e dimostrare che posso essere protagonista anche in B. L’anno scorso sono stato penalizzato da continui cambi di ruoli: ho fatto anche il terzino, senza lamentarmi, ma non ho potuto garantire la perfezione». Gori riceve telefonate da Auteri un giorno sì e l’altro pure. Il tecnico andrà al Benevento, piazza che non ha mai dimenticato Ghigo. La situazione non sarà risolta a breve, anche se lo slittamento dei tornei favorirebbe il portiere, riducendogli la squalifica. «La concorrenza non mi spaventerebbe», dice l’estremo difensore.Cristea, Favasuli, Bocchetti e Russo sono lontani, Pezzella di più. A Gabionetta è stato offerto un biennale, il brasiliano tentenna perché allettato da possibilità di avere un ingaggio più alto altrove. Si media con l’agente, Savini, che segue anche l’esterno alto argentino Leandro Martinez (’89, ex Parma e Cremonese), reduce da 8 gol in 18 gare nell’Haladas, serie A ungherese.Alfonso Maria Avagliano(il mattino)

Categories: SERIE B

About Author