SERIE B RISULTATI 4 GIORNATA ZEMAN RISCHIA L’ESONERO

La squadra di Giunti continua a far sognare i tifosi: il 3-0 al Parma la porta in vetta alla classifica insieme a Frosinone e Carpi
ROMA – Dopo gli anticipi di ieri con il pareggio del Venezia e la vittoria del Cesena rispettivamente contro Spezia e Avellino, continua la quarta giornata di Serie B. Il Perugia dà spettacolo al Curi battendo 3-0 il Parma. Goleada al Partenio di Avellino dove il Frosinone vince 3-2 contro il Bari. Beffa in extremis per Zeman, il Pescara pareggia 2-2 contro la Salernitana. Pareggia anche il Foggia con il Palermo. Tris per l’Empoli.
CLASSIFICA SERIE B
 

BRESCIA-PRO VERCELLI 0-0 – Niente secondo successo consecutivo per il Brescia che in casa trova solo uno 0-0 contro la Pro Vercelli. Un buon punto, invece, per gli ospiti che invertono, in parte, la rotta evitando la quarta sconfitta in altrettante gare.
 

CREMONESE-CARPI 1-1 – Dopo il successo in casa contro la Salernitana arriva un pareggio a Cremona per il Carpi. Subito in verticale e, dopo appena 50 secondi, va in vantaggio la Cremonese, ancora una volta con capitan Brighenti. Mokulu serve un pallone in mezzo per il compagno di reparto, che conclude di prima intenzione in rete, complice anche la deviazione di Sabbioni a ingannare il portiere Colombi. Ci mette un po’ ma alla fine arriva il gol del pareggio. Il Carpi pareggia i conti con il secondo gol stagionale di Mbakogu. Concas serve in profondità il compagno di reparto, che ben si inserisce tra i due centrali della Cremonese e con un pallonetto beffa Ujkani.
 

EMPOLI-ASCOLI 3-0 – Continua l’imbattibilità in campionato per l’Empoli ai danni dell’Ascoli che trova la seconda sconfitta consecutiva. Ci vogliono 37′ per vedere il primo gol a Empoli. I padroni di casa vanno in vantaggio grazie a Donnarumma che arpiona un traversone di Pasqual e trafigge Lanni col mancino. Inizio ripresa da incubo per gli ospiti. La squadra di Vivarini raddoppia con Caputo. Krunic si muove tra le linee e inventa per Untersee. L’esterno mette al centro per l’attaccante, che appoggia in rete col mancino. Il punto esclamativo arriva nel finale con il tris dell’Empoli grazie a Ninkovic. Azione personale da parte del giovane talento che, appena entrato, batte Lanni per la rete che chiude il match: è 3 a 0!
 

ENTELLA-TERNANA 3-1 – Finalmente i tre punti in stagione per l’Entella che supera 3-1 la Ternana che aveva iniziato il campionato in maniera positiva con una vittoria e due pareggi. Cambia subito il risultato a Chiavari. La difesa della Ternana è da rivedere. Luppi sulla trequarti pesca solo Eramo che supera in uscita Plizzari e deposita in rete. Al 30′ ecco la risposta degli ospiti. Cross teso di Angiulli per Montalto che anticipa Luppi e batte imparabilmente Iacobucci. Nella ripresa i padroni di casa ritornano in vantaggio con un bel sinistro di Luppi. Bravo Troiano a trovare la deviazione al volo dell’attaccante dell’Entella: nulla da fare per Plizzari. Ma non finisce qui per la squadra di Castorina. Dopo pochi minuti ecco il terzo gol. Cross teso dalla destra di Luppi, Gasparetto è sfortunato nella deviazione, palla che supera Plizzari.
 

FOGGIA-PALERMO 1-1 – Ancora troppo poco per il Foggia ma il pareggio in casa contro il Palermo può essere l’inizio di una serie di risultati positivi. Gli uomini di Stroppa passano in vantaggio, per la prima volta in questo campionato, dopo una grande azione di Fedato. Palla che arriva in mezzo per Nicastro che si gira in mezzo a due difensori del Palermo e con il sinistro fa secco Posavec. Dopo 80′, però, arriva la beffa per i padroni di casa. Il pareggio, meritato per il Palermo, passa dai piedi di Gnahorè che appoggia per vie centrali per Murawski che piazza il destro, palla all’angolino.
 

FROSINONE-BARI 3-2 – Al Partenio di Avellino è show. Il Frosinone vince in rimonta e di misura (3-2) contro il Bari. Nonostante la rivoluzione in attacco, la squadra di Grosso esce sconfitta. Partono subito male i pugliesi. Al 5′ il Frosinone passa in vantaggio grazie all’incredibile autogol di Cassani che di testa mette la palla sotto il sette della sua porta, preoccupato per il cross tagliato di Ciano. Ma la squadra di Grosso reagisce subito e agguanta il pareggio con il terzino ex Palermo che, dimenticato l’errore, mette per Floro Flores che di prima tocca per Improta: l’ex Lanciano è bravo ad anticipare l’uscita di Bardi con un colpo di punta. E poi realizza una doppietta (prima in maglia biancorossa) dal penalty procurato dopo il fallaccio di Bardi su Tello. Il vantaggio, però, dura pochissimo. Micai non trattiene una conclusione di Maiello, sul tap in Daniel Ciofani è il più veloce ed insacca il 2-2. E nel secondo tempo arriva un’altra rimonta. La completa Sammarco. Su un tiro da fuori si è opposto Micai, poi la palla è arrivata con un tiro-cross a Sammarco che ha dovuto solo depositare in rete e fa 3-2.
 

NOVARA-CITTADELLA 1-0 – Prima vittoria tra le mura amiche per il Novara contro il Cittadella. Di Mariano 11 scappa sulla sinistra, entra in area e controlla di destro: tiro a giro sul secondo palo e Paleari battuto. Successo in extremis per Eugenio Corini.
 

PERUGIA-PARMA 3-0 – Il Perugia continua a far sognare i propri tifosi e soprattutto a far paura alle altre squadre. Al Curi finisce 3-0. I padroni di casa passano in vantaggio al 18′. Lungo cross di Pajac, Buonaiuto corregge verso il centro e colpisce la traversa, poi il nordcoreano Han è il più lesto di tutti e mette dentro. È il suo quinto gol stagione in quattro partite. È un super Perugia anche nella ripresa. Al 51′ Buonaiuto firma il raddoppio con un gran gol. Controllo di petto e stop a seguire, il fantasista salta secco Scaglia, e da fuori area lascia partire un gran tiro che non lascia scampo a Frattali. La partita si mette bene per il Perugia ma a mettere il punto esclamativo ci pensa ancora Bonaiuto. Gol fotocopia del secondo: si conquista lo spazio, fa fuori un difensore, questa volta Gagliolo, e poi lascia partire una conclusione da fuori area che lascia di sale Frattali.
 

SALERNITANA-PESCARA 2-2 – La Salernitana resta ancora a secco di vittoria in questa stagione ma beffa il Pescara in extremis pareggiando 2-2 all’Arechi. Gli uomini di Zeman trovano l’1-0 al 26′. Grave disattenzione della retroguardia granata, che lascia libero sulla destra Zampano. Il terzino pescarese entra in area indisturbato e va al cross basso su cui si avventa Capone e realizza. Nella seconda frazione di gara il Pescara continua ad attaccare e alla fine trova il raddoppio. Splendido pallone filtrante di Benali per Brugman, che serve Pettinari tutto solo in area piccola che deve solo appoggiare in rete. Combinazione fulminea degli abruzzesi. I padroni di casa spaventano, però, il Pescara negli ultimi 10 minuti di gioco. Sprocati accorcia le distanze con una rete magnifica. Il numero 28 converge al centro dalla sinistra, lascendo partire un gran destro a giro che lambisce il palo interno e si insacca in rete. Nel finale di gara, però, arriva la beffa per Zeman. Punizione tagliata di Vitale in area di rigore, e deviazione vincente di Minala sotto misura. Finisce nel caos la gara con la Salernitana che reclama un calcio di rigore mentre l’arbitro assegna solo un calcio di punizione dal limite.

Categories: SERIE B

About Author