TORRECUSO, DE ROSA: “REAZIONE DELLA BATTIPAGLIESE ECCESSIVA”

TORRECUSO, DE ROSA: “REAZIONE DELLA BATTIPAGLIESE ECCESSIVA”

Oggi (ieri n.d.r.) era al vero debutto in panchina da allenatore del Torrecuso, nonostante contro il Due Torri avesse già sostituto lo squalificato Dellisanti, e lo ha bagnato con una vittoria. Luigi De Rosa si è fatto un bel regalo il giorno dopo il suo compleanno e in sala stampa appare abbastanza soddisfatto della partita dei suoi ragazzi:

Io credo la reazione degli avversari alla fine sia eccessiva. Ogni volta che qualche squadra lotta per la salvezza si parla di partita venduta dagli avversari. In questo modo non si ha rispetto per chi lavora durante la settimana e in campo mette l’anima per giocare e vincere. Posso dire che, con la vittoria di oggi, mi sono fatto un bel regalo per il mio compleanno. I miei ragazzi sono stati bravi a reagire dopo il gol, loro sono venuti a giocarsela col piglio giusto e con grandi motivazioni. Nella prima fase di gioco siamo stati in difficoltà a centrocampo ma è tutto dovuto al nuovo sistema di gioco: dobbiamo ancora trovare i giusti sincronismi ma è da poco che lavoriamo su questo modulo e quindi può starci. Poi abbiamo trovato un certo equilibrio e si sono viste anche belle trame di gioco. Dovremo lavorare ancora molto. Ai miei ragazzi ho detto di dimenticare la partita col Due Torri e la mancata trasferta di Agrigento: ci sono riusciti e la cosa mi fa molto piacere. Rivincita contro la Battipagliese dopo la sconfitta con la Juniore? Io penso solo alla partita del prossimo sabato contro il Marcianise perché voglio conquistare un posto nei play-off del campionato Juniores. Un minimo di rivalsa per come abbiamo perso lì c’è stata, perché perdere con merito ci può stare ma per un solo episodio è sempre brutto. Detto questo oggi si è giocata un’altra partita, di un altro campionato e la rivalsa non c’entra. La rosa? Questi sono i ragazzi che ho a disposizioni, in caso di new entry penseremo a gestirle. Pirozzolo? Buona partita la sua; il ragazzo è un combattente e in fase di interdizione si è  sacrificato fino alla fine. Per me è un orgoglio vederli in campo ma non farò nulla per metterli in condizione di fargli fare brutta figura. I ragazzi devono essere solo elogiati: non è mai facile uscire da un periodo del genere e oggi ci sono riusciti con il cuore. La vittoria è tutta loro“.

Maurizio Morante

Categories: SERIE D

About Author