TURRIS, BRACA: “COLLABORARE CON PEPE MOTIVO DI CRESCITA, SCELTA IN VIRTU’ DEL PATENTINO…”

TURRIS, BRACA: “COLLABORARE CON PEPE MOTIVO DI CRESCITA, SCELTA IN VIRTU’ DEL PATENTINO…”

Dopo le dichiarazioni di Giugliano, Errico Braca, contattato dalla nostra redazione, conferma la sua permanenza nello staff tecnico corallino anche per l’anno venturo: “Col presidente sono in costante contatto e la possibilità che io resti alla Turris sono più che concrete. Infatti non c’è ancora nulla di ufficiale, in quanto la dirigenza ora è impegnata su altri fronti:  organizzazione societaria e iscrizione. Solo dopo si affronteranno aspetti tecnici, ma posso confermare la mia presenza nel ruolo di vice-allenatore. Con il presidente Giugliano abbiamo optato per questa scelta in virtù del problema del patentino…”.

IL BINOMIO PEPE/BRACA – Braca dice la sua anche sul prossimo allenatore della Turris, Alfonso Pepe: “Lo conosco molto bene in quanto è un salernitano doc come me. Spesso l’ho affrontato da avversario e non ho dubbi sulla sua competenza tecnico-tattica, anche perché calcisticamente è cresciuto con Ezio Capuano. Il suo curriculum parla chiaro. Collaborare con Pepe sarà per me motivo di un’ulteriore crescita. Quindi, sommando i vari fattori, ritengo che restare nello staff tecnico corallino, seppur nel ruolo di secondo, sia per me la scelta migliore per il prossimo anno”.

UN PENSIERO PER VITAGLIONE –Non voglio credere che resti fuori. Vitaglione ha fatto rinascere il calcio a Torre e ha costruito un grattacielo. Tutti sappiamo quanto sia legato alla piazza corallina. Spero che le sue dimissioni rientrino. La Turris ha bisogno di lui”.

Salvatore Pellino

Categories: DILETTANTI, SERIE D

About Author