TURRIS, BRACA: “SONO PRONTO MA NON SPETTA A ME DECIDERE”

TURRIS, BRACA: “SONO PRONTO MA NON SPETTA A ME DECIDERE”

In attesa di una chiamata che spera da tempo. Errico Braca accarezza la grande chance di guidare la Turris e aspetta le decisioni del club, come rivelato alla nostra redazione: “La situazione è al momento in standby, rimango in attesa di notizie. Ovviamente sarei onoratissimo di guidare questa squadra e firmerei subito ad occhi chiusi per avere questo privilegio. Io sono pronto, ma non spetta solo a me decidere. In ogni caso penso che la prossima settimana se ne saprà di più”.

L’AMBIZIONE – Allo stesso tempo l’ex difensore salernitano lascia intendere di non essere disposto ad un’eventuale riconferma come secondo: “Sono onesto, per una questione di crescita professionale vorrei fare il primo allenatore e mi sento pronto per questo ruolo. Anche perché, senza fare nessuna polemica, già lo scorso anno per quanto fatto non mi sono mai sentito un secondo, né la squadra o la società mi hanno considerato tale. Spero che proprio a Torre mi sia concessa questa opportunità, anche perché ritengo di conoscere già bene le dinamiche di questa piazza, essendo mezzo corallino…”.

IL PATENTINO – Sulla questione patentino, Braca è abbastanza chiaro: “Non è un problema. Avrei dovuto iniziare il corso già a giugno, ma è stato rimandato a settembre e si terrà a Salerno. In ogni caso gli orari non interferirebbero con gli allenamenti, quindi la mia presenza settimanale non sarebbe a rischio. Insomma, se la società ci crede e decide di puntare fortemente su di me, l’ostacolo è del tutto superabile. Anche perché, se uno è bravo, i risultati li ottiene anche senza patentino…”.     

Vincenzo Piergallino

Categories: CALCIO, SERIE D

About Author