TURRIS, GIUGLIANO: “MAI LA TURRIS IN CATTIVE MANI, VITAGLIONE SULLA VIA DEL RITORNO, MAJELLA? GIUSTO CHE LE NOSTRE STRADE SI SEPARINO”

TURRIS, GIUGLIANO: “MAI LA TURRIS IN CATTIVE MANI, VITAGLIONE SULLA VIA DEL RITORNO, MAJELLA? GIUSTO CHE LE NOSTRE STRADE SI SEPARINO”

“Non permetterò mai che la Turris cada nelle mani di ex presidenti e di persone che vogliono esclusivamente il male della mia squadra”. Tuona così il patron della Turris, Giuseppe Giugliano, dopo le varie querelle con l’Amministrazione Comunale, che grossomodo hanno caratterizzato l’inizio di settimana dei corallini. A seguito della controversia con alcune persone che fiancheggiano le mura di Palazzo Baronale, si è dimesso il direttore sportivo della Turris, Checco Vitaglione: “Mi dispiace molto per la decisione di Vitaglione — dichiara patron Giugliano — . So quanto lui ci tenga alla piazza di Torre del Greco e per questo mi auguro che ci ripensi. Io ci ho parlato, e mi è sembrato sulla via del ritorno“. Nel frattempo nel pomeriggio di ieri, l’attaccante Rosario Majella, ha lasciato la Turris, causa scadenza naturale del contratto: “Rosario ha dato tanto per noi, e lo ringrazierò a vita —ammette Giugliano — . Oggi è giusto che le nostre strade si separino. Majella ha 37 anni. Noi cerchiamo di allestire una squadra giovane che possa dire la sua anche in un campionato complicato e lungo come quello di Serie D“. Per quanto riguarda l’allenatore non ci sono più dubbi. Pepe o Braca? Alla domanda la società risponde: “Tutti e due“. Infatti in panchina ci sarà l’ex secondo di Eziolino Capuano, mentre il suo vice sarà proprio l’ex difensore della Turris, il quale fino a poche settimane addietro sembrava in pole position. Ma intanto il mercato dei corallini sta entrando nel vivo.

Mattia Longobardi

Categories: DILETTANTI, SERIE D

About Author