TUTTO IL CALCIOMERCATO DEL MONOPOLI

TUTTO IL CALCIOMERCATO DEL MONOPOLI

Ancora nuove e fantasiose ipotesi sul destino del Monopoli Calcio targato 2015-2016. Volendo essere il più realistici possibile, cercando di non assumere una posizione estrema, ci limiteremo a testare il fermento del popolo biancoverde, quello inteso come genuino tifo locale. Le ipotesi paventate sono tante e disparate, ed alcune metterebbero l’accento su un ipotetico spiraglio III serie. Tra le altre (quella attualmente più percorribile) vede una proiezione del Monopoli 1966 simile a quella del luglio dello scorso anno. Conti alla mano, la società non può sventolare ai quattro venti ambizioni gloriose che poi cozzerebbero contro un muro invalicabile. Piuttosto, è chiamata a rispondere alle impellenze del momento: iscrizione al prossimo campionato di Serie D, nomina del neo allenatore, che sarà verosimilmente Massimiliano Tangorra, lasciando sveglio e attivo un orecchio proteso verso ulteriori risvolti federali. Lo spiraglio continua a rispondere ancora al nome di ripescaggio o riammissione in Lega Pro. Un sogno contornato da un certo surrealismo. Intanto, abituati come siamo a dare del “tu” alla realtà, proviamo ad anticipare qualche eventuale trattativa, dando però per certo l’arrivo di Max Tangorra sulla panchina del Gabbiano. L’ex terzino di Bari, Genoa e lo stesso Monopoli, potrebbe chiedere informazioni su suoi ex allievi, oggi, chi più chi meno calciatori ventenne piuttosto affermati. Tra questi, ben si sposerebbero col progetto Monopoli gente come: l’altamurano Mario Mercadante, difensore del Savoia 1908, il difensore coratino Luigi Zinetti, nell’ ultima stagione con la Correggese, ed eventualmente la punta del Grottaglie Gianni Bongermino (6 reti in campionato con la maglia biancazzurra). A questi nomi vi si potrebbe aggiungere quello di Colella, già biancoverde dal 2012 al 2014, difensore del Melfi che ben si adatterebbe a un’eventuale difesa a 3. Altro elemento classe ’95 della nidiata su descritta, vi fa parte Michele Bitetti, in biancoverde dal gennaio scorso e che, con il placet del mister, potrebbe essere l’alter-ego ideale dello stesso Colella, sempre che il club del patron Paparesta lo possa nuovamente girare al Gabbiano. Ipotesi, stiamo parlando di sole ipotesi. Quello targato Tangorra potrebbe essere a tutti gli effetti un Monopoli molto votato alla linea verde.

UNDER PRESSURE Non del tutto definite le posizioni di alcuni ’95: Difino, Tognoni, Aprile e Avantaggiati, che sono tutti a vario titolo giocatori aventi “mercato”, ma che probabilmente gradirebbero una riconferma. A questi vi si aggiungono i portieri Legrottaglie e Serrano, quest’ultimo rientrante dal prestito al Casarano. Su diversi di questi giocatori suonano forti le sirene di altri club, anche di Lega Pro. Scontate le partenze di due classi ’97, Roncone, tornato anch’egli alla base (FC Bari) e Angelillo, riaccasatosi nell’interland napoletano. Da qui l’impellenza di reperire sul mercato o dal vivaio interno due-tre o più elementi validi aventi quel dato anagrafico. Col benestare del prossimo allenatore biancoverde, diverrebbero indispensabili le figure dei nati nel ‘97 e ‘98 attualmente nel parco giocatori della formazione Juniores allenata da Elio Cocco, ossia i vari: Altamura, Milella, D. Todisco, Mancini, G. Pugliese, Scannicchio, Turco, Uva, oltre ai tre classe ’98 che hanno minutaggio con la squadra di Elio Cocco, ossia Musa, Fontana e Palmisano e, addirittura il ’99 M. Pugliese. Altrettanto considerevoli le candidature dei classe 1996: dei già titolari Lubrano e Turi, oltre a Tagliente, Tropiano, De Feo, Odorino, Rosario Pinto (rientrante dal prestito alla Sudest Locorotondo).

CAPITOLO OVER Tommy Manzo è ormai un giocatore del Savoia. Capitan Esposito, anch’egli corteggiato dagli oplontini, attende di incontrare la società per comprendere il proprio futuro. Giovanni Pinto è un calciatore del Gabbiano. Resterebbero molto probabilmente anche i vari Castaldo, Croce, Salvestroni e De Luisi. Mentre, oltre ai già citati Manzo ed Esposito, restano da definire le posizione di Laboragine, El Kamch, Murano, D’Anna, Gori e Zizzi. Il Monopoli avrebbe sondato il terreno per il difensore del Nardò, Montrone, e per il centrocampista del Neapolis Mugnano, Nagib Sekkoum. L’arrivo di Tangorra, che sarebbe poi affiancato dal preparatore atletico Giampiero Cofano, avvalorerebbe il concetto della “linea verde”. Il tutto si tradurrebbe in un bel risparmio di capitali da parte della società con sede in via Togliatti. Però, reperire i migliori giovani sulla piazza non è compito semplice. Questo, in via teorica, non dovrebbe essere un grande ostacolo se poi si considera che la società ha intenzioni di rinforzare il sistema legato agli uomini “mercato”, i quali agirebbero in sinergia col nuovo mister, e sarebbero formati dallo stesso neo tecnico, dal DG Mario Russo e (seppure marginalmente) dal segretario Angelo Cipulli, il quale ha dichiarato di essere di “già molto impegnato in faccende legate alla sua principale funzione”.

Filippo Rettile

About Author