U.S AGROPOLI,DONATO CAPOZZOLI SCOPPIA, MESSAGGIO AL DS DELL’ERCOLANESE: “SONO PENTITO DI NON ESSERE VENUTO”

U.S AGROPOLI,DONATO CAPOZZOLI SCOPPIA, MESSAGGIO AL DS DELL’ERCOLANESE: “SONO PENTITO DI NON ESSERE VENUTO”

Il capitano,solo per la fotografia,dell’Agropoli ormai un ex calciatore che usa il Guariglia come il campetto sotto casa per andarsi a divertire,incapace di dare continuità agli allenamenti(si allena poco e niente),finge infortuni per giustificare le sua scadenti prestazioni,ridicolizza i compagni sui social,è stato uno dei responsabili della retrocessione ed è stato uno dei protagonisti del crollo di quest’anno.Era una promessa del calcio ma è finito,un talento mai sbocciato,un estro mandato a farsi benedire per un vita non da atleta.Lo avevano bocciato tutti gli allenatori,De Cesare gli ha dato estrema fiducia ma non l’ha ripagata al tecnico salernitano,il suo preferito,perchè negli spogliatoi dice: ” Date la palla sempre a Capozzoli” e lui gongola ma le figuracce che gli ha fatto fare sono enormi.Non supera l’uomo nemmeno in eccellenza,condiziona tatticamente la squadra perchè costringe tutti a fare il 4-3-3.Furbo, bravo a prendere in giro tutti,si è costruito anche grazie a chi come noi gli aveva dato credito,la fama di giocatore importante,basta andarlo a vedere e si può notare che non può essere rapportato nemmeno lontanamente a quello di qualche anno fa. In estate l’Ercolanese lo tentò per portarlo ai piedi del Vesuvio,lui temporeggiò tenendo la porta aperta e facendo il doppio gioco dicendo si ai napoletani e ad Agropoli giurando fedeltà alla maglia(ci viene da ridere) ed ora dopo il totale fallimento di quest’anno scrive,durante la stagione,al direttore sportivo dell’Ercolanese Mignano dicendo di essere pentito di non essere andato e poi ha fatto vedere questo messaggio ai compagni nello spogliatoio facendo scoppiare un putiferio all’interno senza salvaguardare il rapporto con un allenatore come De Cesare  che,sbagliando,lo ha fatto sempre giocare,dimostrando che della maglia se ne frega(ma non c’erano dubbi,sono cose che fanno solo ridere se poi si vede chi è il personaggio),senza rispetto verso una società,l’Agropoli,che lo ha sempre difeso e tutelato e gli ha consentito di fare il bello e il cattivo tempo e non diciamo verso i tifosi e la città perchè i tifosi sono scomparsi e la città non sa nemmeno chi è sto Capozzoli. Alcuni suoi compagni di squadra hanno preso le distanze per questo dando in pasto ad amici e alla stampa l’accaduto.Prima se ne va questo elemento da Agropoli è meglio è per tutti.Questo a dimostrazione che il dito medio quando lo si alza lo si deve puntare verso se stessi perchè prima o poi quel medio torna sempre verso chi lo alza.Sergio Vessicchio

Categories: DILETTANTI, ECCELLENZA

About Author