UN EROICO MA SFORTUNATO AVELLINO SFIORA L’IMPRESA A BOLOGNA

UN EROICO MA SFORTUNATO AVELLINO SFIORA L’IMPRESA A BOLOGNA
L’Avellino va a un centimetro dalla grande impresa a Bologna, ma il 3-2 non basta agli irpini che si fermano sulla traversa di Castaldo al 93′. Va quindi avanti il Bologna, grazie al gol di Sansone all’andata e al miglior piazzamento in campionato, al termine di una partita spettacolare con le due squadre che non hanno per niente accusato il gran caldo. Non basta all’Avellino un grande Trotta, autore di una doppietta, e l’eurogol di Kone nel finale, perché nel mezzo il risveglio dei bomber del Bologna, Acquafresca e Cacia, ha tenuto a galla i padroni di casa. Alla fine grosso sospiro di sollievo per tutti al Dall’Ara, a cominciare dal presidente Joe Tacopina in tribuna.
Daniele Cacia, 31 anni, osserva il pallonetto appena calciato verso la porta vuota: è il 2-2 del Bologna. LaPresse
CHE SPETTACOLO — Al primo affondo, l’Avellino aveva subito fatto male: Zito mette in mezzo da sinistra e Trotta al 7′ anticipa Ferrari, scelto da Rossi al posto dell’acciaccato Maietta, infilando Da Costa. Per una dozzina di minuti il Bologna accusa il colpo, ma a sua volta va a segno alla prima occasione, con Acquafresca, preferito a Mancosu e Cacia, bravo in diagonale a superare Frattali su bel suggerimento di Krsticic al 19′. Per un quarto d’ora si vede un gran Bologna che esalta il portiere avellinese, bravissimo a opporsi a Sansone, Laribi e soprattutto a un colpo di testa di Acquafresca. La partita sembra in controllo della squadra di casa fino al 45′, quando Trotta difende da grande attaccante una palla al limite dell’area, aggira Masina e di sinistro batte Da Costa sul primo palo facendo esplodere i duemila avellinesi. La ripresa inizia con Cacia al posto dell’infortunato Acquafresca e in sei minuti il bomber, che per la quinta volta di fila era partito dalla panchina, pareggia approfittando di un incredibile errore in rinvio di Frattali per beffare gli irpini con un pallonetto dai 30 metri. Rossi si copre con Maietta per Krsticic, l’Avellino prova il tutto per tutto con Comi e Castaldo ma le emozioni scarseggiano fino al 40′ quando Kone pesca il jolly dal limite infilando all’incrocio dei pali un bolide al volo. Scende la paura sul Dall’Ara, che raggela quando Castaldo colpisce la trasversa al 48′ mandando l’Avellino a un passo dalla clamorosa impresa.
BOLOGNA-AVELLINO 2-3

Marcatori:
7′ p.t. Trotta (A), 19′ p.t. Acquafresca (B), 45′ p.t. Trotta (A), 6′ s.t. Cacia (B), 40′ s.t. Kone (A).
 Luca Aquino
Categories: SERIE B

About Author