VIDAL IN LACRIME: “SCUSATEMI L’INCIDENTE E’ COLPA MIA, MI VERGOGNO DI QUANTO ACCADUTO”

VIDAL IN LACRIME: “SCUSATEMI L’INCIDENTE E’ COLPA MIA, MI VERGOGNO DI QUANTO ACCADUTO”

La verità di Arturo Vidal è arrivata nel pomeriggio cileno, la serata italiana. Il centrocampista della Roja si è presentato davanti alla stampa nel ritiro della sua Nazionale ed ha fatto una dichiarazione di scuse.

Voglio raccontare quello che è successo – ha esordito il giocatore della Juventus -. Ho bevuto degli alcolici, dopo c’è stato l’incidente, di cui ormai sapete tutto. Ho messo a rischio la vita di mia moglie e di molte persone. Sono davvero rammaricato, mi vergogno di quanto accaduto“. Poi, Vidal ha rivolto i suoi ringraziamenti alle centinaia di persone che si sono presentate davanti al Tribunale di Garanzia di San Bernardo per dargli supporto. “Voglio ringraziare la gente che mi ha appoggiato durante quello che successo e voglio chiedere scusa ai miei compagni, ai dirigenti, a tutto il Paese. Darò il massimo per vincere la Coppa America“, ha concluso, non rispondendo alle domande dei giornalisti.

LA SOLIDARIETÀ — In supporto di Vidal, è sceso in campo anche l’interista (e compagno di Nazionale) Gary Medel. “Sto con te oggi più che mai – ha scritto il centrocampista nerazzurro sul suo profilo Twitter -. Siamo una squadra e andremo avanti insieme“.
Vidal Medel Cile
LA SENTENZA E LA GRAZIA — Ritiro della patente ed obbligo di firma mensile presso il Consolato cileno di Milano. È stata questa la decisione del Tribunale di Garanzia di San Bernardo nei confronti di Arturo Vidal, colpevole di aver provocato un incidente d’auto, stanotte, con un tasso alcolemico superiore al consentito (1,2 grammi per litro contro 0,8). Il Tribunale ha, inoltre, indicato in 120 giorni il tempo massimo per svolgere le indagini. Il ct Sampaoli, però, ha deciso di “graziarlo”, non escludendolo dalla Nazionale. “Ha fatto un errore, ma non così determinante”, ha spiegato.
Gasport 

 

About Author