IL PARMA TRIONFA 2-1 SUL TORINO ALL’ “OLIMPICO”

IL PARMA TRIONFA 2-1 SUL TORINO ALL’ “OLIMPICO”

Il Parma si conferma squadra da trasferta infilando il terzo successo esterno in campionato: gli emiliani hanno sconfitto per 2-1 il Torino, agganciandoli in classifica a quota 17, grazie ad una rete di Gervinho – strepitosa la sua partita – e al raddoppio di Inglese. Non è bastato ai granata di Mazzarri il gol di Baselli. Una battuta d’arresto per i granata, attesi ad una conferma dopo l’ottima prova di Genova con la Sampdoria.

Invece a festeggiare sono stati i gialloblu, che hanno interpretato la partita perfetta dal punto di vista tattico sfruttando anche una disattenzione della difesa granata in occasione del primo gol: il 4-3-3 di D’Aversa ha dato copertura ma anche velocità in contropiede, la vera chiave di tutto il match. Un assetto che ha portato più vicini al terzo gol dei ducali piuttosto che al pareggio dei granata. Mazzarri, costretto a rinunciare allo squalificato Meité, ha provato a passare alla difesa a quattro, ha inserito a partita in corsa Zaza, ma ha ottenuto poco o nulla sia dall’ex Valencia che da Belotti e Iago Falque.

Tensione a fine partita tra la panchina e i giocatori del Torino e l’arbitro Massa, autore di un grave errore nel primo tempo sull’intervento di Gagliolo su De Silvestri lanciato a rete – non solo non ha ammonito il difensore del Parma ma non ha neppure visto un palese fallo. L’avvio di partita è stato traumatico per il Torino, passato in svantaggio al 9′ quando Izzo e N’Koulou sono entrati in collisione, favorendo Gervinho che ha potuto battere comodamente Sirigu.

Il Torino non ha saputo reagire, bloccato dall’assetto coperto di D’Aversa e spaventato dalle impetuose sgroppate di Gervinho e di Inglese, autore del raddoppio al 25′ che ha gelato lo stadio Grande Torino. Dopo un grande intervento di Sirigu, che al 31′ ha disinnescato una botta di Biabiany dopo l’ennesimo contropiede emiliano, Baselli ha scosso il Torino, quando Mazzarri era pronto a inserire Zaza: il gran tiro da fuori del centrocampista granata ha riaperto la partita.

L’ingresso di Zaza nella ripresa al posto di Djidji, e il passaggio alla difesa a quattro, non ha sortito i frutti desiderati da Mazzarri: ancora una volta è stato il Parma ad avvicinarsi al gol del ko, con un’iniziativa di Gervinho per Inglese, fermato solo dalla traversa. D’Aversa ha coperto ulteriormente la squadra, Mazzarri ha inserito Parigini per Baselli ma ha anche incassato l’ammonizione del diffidato Rincon: Gagliolo è arrivato due volte nel giro di un minuto a un passo dal terzo gol, bloccato in entrambi i casi da un ottimo Sirigu, il Torino si è esaurito come il tempo a disposizione, bocciato ancora una volta all’esame di maturità.

Categories: SERIE A

About Author