ANGRI TIFOSI CONTRO IL SINDACO E L’AMMINISTRAZIONE PER LO STADIO SCRITTE SUI MURI

Angri protesta ultras davanti comune
 Angri. Stadio Novi, i tifosi dell’Us Angri 1927 ci riprovano dopo lo striscione di protesta di due settimane fa sul muro di cinta della villa comunale. Lunedì sera hanno tappezzato il cancello del comune di Angri con manifesti con su scritto «Questa città merita uno stadio». Poi è stato imbrattato il muro di cinta di un’attività commerciale in via Nazionale, di fronte all’abitazione del sindaco Cosimo Ferraioli; «Angri merita lo stadio», «Ferraioli chiacchierone» e «Angri siamo noi», questi gli slogan.
Il gesto è stato duramente criticato dall’amministrazione, che insieme alla dirigenza dell’Us Angri, ha fatto riverniciare ieri pomeriggio la facciata dell’esercizio. Nel mirino dei tifosi è finito il mancato decollo dei lavori di ristrutturazione e adeguamento funzionale dell’impianto sportivo, per i quali l’ex giunta Mauri aveva stanziato con provvedimento dello scorso aprile 600mila euro di fondi residui della legge 219/1981, per la ricostruzione post-terremoto. Al progetto, che ha incassato il via libera della Lega Nazionale Dilettanti, dopo le modifiche richieste agli uffici dell’ente, dovrà seguire l’indizione del bando di gara per appaltare l’opera.