BATTIPAGLIESE, VISCIDO AVVERTE L’AGROPOLI: “VOGLIAMO PORTARE A CASA PUNTI”

Un mese alla guida della Battipagliese, per Gerardo Viscido, tecnico subentrato a Pasquale Santosuosso, in seguito al cambio dirigenziale e societaria che ha visto il ritorno, tra l’altro, del direttore sportivo Carmine Guariglia. Una sola vittoria all’attivo, ma prestazioni che hanno già dato segnali positivi per credere nella salvezza. Da domenica un calendario tosto che metterà seriamente alla prova il cammino delle zebrette.
Ed è proprio con il tecnico ex Avetrana, Gerardo Viscido, abbiamo parlato per capire la situazione in casa bianconera: 
“Sono alla quarta partita alla guida della Battipagliese, alla prima siamo riusciti con l’entusiasmo a trovare la vittoria, mentre nelle altre, fatto salvo solo per la sfida contro il Solofra, che comunque è una signora squadra, in cui abbiamo giocato male, credo che nelle altre partite io abbia ricevuto dei segnali positivi da parte della squadra. Abbiamo giocato la nostra partita, con la Palmese, altra squadra ostica, abbiamo perso al 94′. E’ chiaro che arrivando da un cambio societario e anche tattico, visto che abbiamo anche iniziato a giocare con il portiere over, la squadra abbia avuto un piccolo scossone, adesso bisogna trovare gli equilibri. E’ una cosa normale quando ci sono i cambi”.
Cambio radicale in casa Battipagliese, proprio come anticipato dal tecnico. Una squadra che ha dovuto dalla sera alla mattina far fronte all’addio del Presidente e dell’allenatore per ricominciare con una nuova società ed un nuovo staff tecnico: 
“Ho trovato una società con il direttore sportivo, Carmine Guariglia, competente. Lo stesso ds in quest’ultimo mese ha riorganizzato lo staff tecnico e messo su lo staff medico, lavorando quindi sull’organizzazione della società. A livello della squadra ho trovato dei ragazzi vogliosi di allenarsi e fare bene, ma sottotono a livello psicologico. Bisognava ritrovare fiducia e rimettere le basi per credere in questa salvezza. Come ho detto dopo la vittoria iniziale, figlia dell’entusiasmo, a mancano in fondo sono solo i risultati. Nel calcio c’è anche la componente fortuna, che evidentemente al momento non ci sta girando a favore, basta vedere anche il calendario che ci apprestiamo ad affrontare, ci saranno Agropoli, Virtus Avellino, tutte squadre che vogliono vincere. Ci gira male, diciamo così. Sarebbe stato meglio giocarcela con un calendario più favorevole, ma alla fine ho detto ai miei ragazzi che dobbiamo sempre crederci a questo traguardo, dobbiamo lottare per portarlo a casa. Sapevamo e sappiamo che era ed è difficile, ma dobbiamo crederci fino in fondo”.
Proprio riguardo all’Agropoli“Il cambio tecnico è sempre un terno al lotto, non sappiamo cosa ci ritroveremo al momento della gara. Comunque noi andremo lì per fare la nostra partita e sperando di portarci a casa qualche punto. Con il Sorrento, in fondo, ce la siamo giocata fino alla fine”.
Una chiosa tutta per il diretto Guariglia: “Ci tengo a sottolineare che ho trovato una persona davvero preparata e soprattutto umile che vuole fare calcio in maniera seria e determinata e fa qualsiasi cosa affinchè sia così. E’ stata una piacevole sorpresa perchè non lo conoscevo e trovare un direttore così giovane e altrettanto preparato è davvero piacevole e positivo. E’ davvero straordinario”.

Cristina Mariano – Sportcampania

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: