CANDREVA UNO SPUTO CHE PUO’ COSTARE CARO

CANDREVA UNO SPUTO CHE PUO’ COSTARE CARO

Potrebbe essere ceduto Antonio Candreva il quale continua  a litigare con il pubblico amico.Ultimo match del 2017 da dimenticare per Antonio Candreva. L’Inter, bloccata in casa dalla Lazio, ha prolungato il suo digiuno di vittorie per la quarta partita, e l’esterno nerazzurro è stato al centro di un caso che ha dominato il dopo gara del Meazza.

L’ex Lazio, beccato spesso dal pubblico per alcune giocate sbagliate, durante il primo tempo dopo essere arrivato in ritardo su un lancio dalle retrovie è stato pesantemente contestato da alcuni tifosi posizionati al primo anello blu di San Siro. Il giocatore ha sputato verso le tribune, e si è lasciato a andare a una reazione in romanesco, ‘Li mortacci tua’.

Sui social si è scatenata la bufera, con alcuni sostenitori del Biscione che ne hanno chiesto subito la cessione, e al momento del cambio per Joao Mario il giocatore è uscito sotto una pioggia di fischi. La polemica si è in parte placata dopo il match, quando Candreva ha chiarito il caso.

“Sono uscite delle cose e non dovrei nemmeno stare qui a smentire. Su una palla lunga ho detto un’imprecazione (“Li mortacci tua” ndr) e ho sputato ma come può capitare a chi sta correndo, un’imprecazione solo per non essere arrivato sulla palla. Nulla a che fare con tifosi o altro. Giusto ricevere critiche e applausi durante le partite ma quest’episodio non ha a che fare con i tifosi. Pensiamo alla prossima e sempre forza Inter”.

Candreva ha avuto una prima parte di stagione altalenante: in 19 partite di campionato ha messo a segno 8 assist, ma non ha ancora trovato la rete. Una statistica in contrasto con i numeri abituali dell’esterno romano, che in serie A ha realizzato 47 gol in 258 partite.

Il tecnico dell’Inter Spalletti dopo il match ha parlato di mercato: “Non parlo di cose che potrebbero mettere in dubbio la professionalità e la qualità dei dirigenti con i quali lavoro tutti i giorni. Quando si fa parte di una squadra come l’Inter non ci sono alibi, bisogna solo fare risultati importanti. Per il momento siamo dentro gli obiettivi, vuol dire che il gruppo sta lavorando in maniera importante”.

Categories: CALCIOMERCATO, SERIE A

About Author