CLAMOROSO CITTA’ DI MESSINA, POTREBBE NON ISCRIVERSI IN SERIE D

Il neopromosso Città di Messina potrebbe anche non giocare in Serie D il prossimo campionato, così come si è meritato sul campo.
A dichiararlo è lo stesso presidente giallorosso Maurizio Lo Re che, in una lettera aperta diffusa dal club, apre ad una fusione con l’A.c.r. Messina per far rinascere ad un livello importante il calcio nella città peloritana. Senza questa fusione si fa concreta, secondo lo stesso presidente, l’ipotesi di rinunciare alla Serie D.
Di seguito la missiva scritta da Maurizio Lo Re:
“Sono stati giorni di lavoro e di attesa. Il nostro profilo basso ci ha portato a far silenzio, non amiamo la pubblicità, non bramiamo a tutti i costi la pagina del quotidiano. Il progetto Città di Messina è al suo apice, il programma triennale è da considerarsi concluso. La serie D, per la società è un punto di arrivo.
Premesso che amiamo la nostra città e speriamo che possa risorgere il calcio a Messina, Il giorno dopo la partita contro il Camaro che ha consacrato la vittoria del campionato, abbiamo incontrato il Presidente Sciotto e illustrato le nostre idee di calcio, il nostro programma per un’eventuale collaborazione, volta al bene comune.
– Noi, Città di Messina, siamo disponibili a mettere da parte tutto ciò che abbiamo fatto, compreso il titolo della serie D, per sposare il progetto Acr e riscattare il calcio cittadino.
– Tutto questo passa attraverso una seria programmazione ed un organigramma societario condiviso in tutte le sue componenti.
“Due squadre in Serie D non possono coesistere, ed io personalmente non intendo più far derby, essendo un tifoso del Messina”.– Lunedì dovrebbe essere il giorno della fumata bianca, qualora questo non si verificasse, potrei prendere la decisione di ridimensionare la società e pensare solo al calcio giovanile (scuola calcio e settore giovanile), ed essere coerente con le dichiarazione fatte in tempi non sospetti.”