Allo “Juventus Stadium” va in scena la semifinale d’andata di Coppa Italia tra Juventus e Napoli. Padroni di casa subito pericolosi con Dybala che fallisce a tu per tu con Reina che respinge in calcio d’angolo, sugli sviluppi di questo, colpo di testa molto insidioso di Mandzukic, con Reina che devia nuovamente in corner. Al 23′ si rivede il Napoli in attacco con il tiro debole di Insigne bloccato facilmente da Neto, poco dopo, altro tiro di Hamsik simile al precedente. Al 26′ ci prova Rog dalla distanza, Neto blocca. Al 32′ grande occasione per la Juve con Asamoah che serve Higuain che si inserisce tra i difensori per poi calciare di poco alto sopra la traversa. Napoli in vantaggio al 36′ grazie ad Insigne che serve Callejon il quale si libera dei difensori e appoggia in rete. Al 44′ la Juventus fallisce la grande occasione per il pareggio con Mandzukic che vede la sua conclusione respinta da Reina, successivamente si inserisce Barzagli che calcia ad un passo dalla porta ma ancora una volta il portiere azzurro ci mette una pezza. Nella ripresa la partita cambia totalmente, ingenuità di Koulibaly al 46′ che concede un rigore alla Juventus, sul dischetto si presenta Dybala che realizza il gol del pareggio. La Juventus esce fuori e la partita aumenta di intensità anche se saranno poche le occasioni a rete rispetto alla prima frazione. Al 54′, tentativo di Khedira dalla distanza, Reina blocca sicuro. Raddoppio della Juventus al 63′ a causa di un’ingenuità della difesa azzurra e l’uscita sconsiderata di Reina che consente ad Higuain di realizzare il 2-1 calciando in diagonale a porta sguarnita. Quattro minuti dopo, Albiol protesta per un fallo in area, ma l’arbitro lascia proseguire e sul capovolgimento di fronte, Reina atterra Cuadrado dopo aver deviato il pallone in angolo, calcio di rigore e ammonizione. Alla battuta si presenta ancora una volta Dybala che realizza un rigore fotocopia del primo. Il resto del match vede la Juventus controllare il Napoli e abbassare i ritmi, da segnalare solo una conclusione di Khedira su assist di Cuadrado sugli sviluppi di un corner. Termina 3-1 per una Juventus che ha saputo approfittare di alcune ingenuità del Napoli al di la delle polemiche sull’arbitraggio. La partita resta comunque aperta in vista della gara di ritorno al San Paolo. Francesco Nettuno

JUVENTUS-NAPOLI 3-1
(primo tempo 0-1)

MARCATORI: Callejon (N) al 36′ p.t.; Dybala (J) su rig. al 2′ e su rig. al 24′, Higuain (J) al 19′ s.t.

JUVENTUS (3-4-3): Neto; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (dal 1′ s.t. Cuadrado), Pjanic, Khedira, Asamoah (dal 27′ s.t. Alex Sandro); Dybala (dal 39′ s.t. Pjaca), Higuain, Mandzukic. (Buffon, Audero, Rugani, Dani Alves, Lemina, Rincon, Mandragora). All. Allegri.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic; Rog (dal 27′ s.t. Pavoletti), Diawara, Hamsik (dal 12′ s.t. Zielinski); Callejon, Milik (dal 16′ s.t. Mertens), Insigne.(Sepe, Rafael, Chiriches, Maksimovic, Ghoulam, Milanese, Jorginho, Giaccherini). All. Sarri.

ARBITRO: Valeri di Roma.

NOTE: ammoniti Diawara (N), Asamoah (J), Milik (N), Lichtsteiner (J), Rog (N), Reina (N) per gioco scorretto; Maggio (N) per proteste.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: