ESPLODE LA SERIE D,IL SAVOIA VUOLE PORTARE SIBILIA E I SUOI AMICI DI MERENDA IN TRIBUNALE

LA GELBISON SBROTTA,PUGLISI S’INFURIA CON IL TROINA E LA STAMPA,SPUNTA LA FOTO CON GRAVINA,LA SERIE D CONTRO SIBILIA SOCIETA’ PETIZIONE PER CACCIARLO

 

Esplode la rabbia delle società dopo il blocco del campionato di serie D e il via alla disputa dei recuperi delle gare non disputate perchè rinviate. Il Savoia ha licenziato un durissimo documento attraverso i suoi canali di comunicazione nel quale si stigmatizza il modo di condurre la la lega calcio dilettanti e annuncia seri provvedimenti. Questo il testo:

“L’U.S. Savoia 1908 comunica che in seguito alla decisione della LND che dispone “di dare priorità al recupero di tutte le gare rinviate sino ad oggi, con conseguente necessità di differimento dei turni di gare di campionato già programmati a far data dall’8.11.2020 fino a tutto il 22.11.2020, salvo ulteriori e diversi provvedimenti che dovessero rendersi necessari”, le gare della Prima Squadra sono momentaneamente sospese in quanto l’U.S. Savoia 1908 ha disputato finora tutte le partite in programma nel Girone G di Serie D. Al momento il campionato per la squadra di Mister Salvatore Aronica dovrebbe riprendere domenica 29 Novembre con la trasferta contro il Latina allo Stadio Domenico Francioni.
La Società comunica che l’attività di allenamento della Prima Squadra proseguirà. Si comunica inoltre che tutte le attività collaterali e gli accordi in atto con gli sponsor e per il merchandising proseguiranno secondo il programma prestabilito. Gli sponsor che hanno nei loro accordi dei contenuti multimediali e non, inerenti al match della domenica, recupereranno i loro contenuti non appena sarà ripristinata la regolarità del campionato, quindi al momento in data 29 Novembre 2020.
La Società, preso atto della decisione della LND, volta a danneggiare chi ha sempre rispettato la regolarità dei protocolli sanitari e delle partite in programma, agirà attraverso i suoi legali al fine di tutelare l’immagine ed il lavoro della proprietà, dei dirigenti, dello staff tecnico e dei suoi calciatori.”
La situazione si sta facendo sempre  più drammatica non solo dal punto di vista sanitario ma anche organizzativo La serie D esplode e i presidenti prendono posizioni con decisioni estreme che non vorrebbero mai prendere ma che invece sono costrette a prendere.