Olanda-Francia 0-0 al Leipzig Stadium di Lipsia. Tutto rimandato per la leadership del girone

Olanda-Francia 0-0 al Leipzig Stadium di Lipsia. Tutto rimandato per la leadership del girone

Un pareggio senza reti, il primo di questi campionati, che fa sorridere entrambe le compagini. I Blues che affronteranno la Polonia nella prossima partita. Gli Orange se la vedranno invece con l’Austria. Entrambi gli incontri martedì 25 alle 18

Un pari che descrive l’equilibrio espresso sul campo. Gol annullato agli Orange al 70′ per fuorigioco di Dumfries. Punto che fa sorridere entrambe le compagini, che proseguono di fatto a braccetto il loro cammino verso gli ottavi di finale, con i Blues che nell’ultima gara affronteranno la Polonia, mentre gli uomini di Koeman se la vedranno con l’Austria.  A Lipsia il “grande assente” è Mbappé: in panchina per tutta la gara a causa della frattura del naso rimediata al debutto, contro l’Austria.

Nella partita giocata dalle altre due squadre del Girone, l’Austria ha superato la Polonia per 3-1.

La classifica aggiornata dopo la seconda giornata di incontri

Francia 4 punti

Olanda 4

Austria 3

Polonia 0

La partita è iniziata su ritmi altissimi con due occasioni da rete, una per ciascuna nazionale, nei primi minuti. L’Olanda ha subito sfiorato il gol con Frimpong, ma Maignan ha respinto splendidamente. La Francia ha risposto con un tiro dalla distanza di Griezmann, deviato in corner da Verbruggen al 4′.

Dopo il primo quarto d’ora, i ritmi si sono leggermente abbassati, con l’Olanda che ha tenuto l’iniziativa e un maggior possesso palla, mentre la Francia è andata vicina al gol altre tre volte con Griezmann e Thuram. Il pareggio a reti inviolate al termine del primo tempo rispetta l’equilibrio espresso in campo.

Nella ripresa la Francia inizia con maggiore aggressività e va vicino al vantaggio al 65′. Al 70′ invece è l’Olanda a sbloccare il risultato con Xavi Simons ma la rete viene annullata per fuori gioco di Dumfries.

Era una sfida cruciale tra la formazione di Koeman e quella di Deschamps per la leadership del Girone.

Entrambe le squadre, infatti,  avevano ottenuto una vittoria nella prima giornata, con i transalpini che hanno superato l’Austria per 1-0 e gli olandesi che avevano rimontato e battuto la Polonia.

Con tre punti già in tasca, Francia e Olanda cercavano di assicurarsi la qualificazione al turno successivo con una gara d’anticipo.

Le formazioni

Olanda (4-3-3): Verbruggen; Dumfries, De Vrij, Van Dijk, Aké; Reijnders, Schouten, Frimpong; Simons, Depay, Gakpo. Ct. Koeman

Francia (4-3-3): Maignan; Koundé, Saliba, Upamecano, Theo Hernández; Tchouameni, Kanté, Rabiot; Dembélé, Thuram, Griezmann. Ct. Deschamps

Ha arbitrato l’inglese Anthony Taylor, assistenti Gary Beswick e Adam Nunn. Quarto ufficiale lo svedese Glenn Nyberg

I precedenti

Erano ben 30 i precedenti tra le due nazionali, con 15 vittorie a favore della Francia, 4 i pareggi e 11 invece i successi dell’Olanda

Red Bull Arena (Lipsia)Wikipedia
Red Bull Arena (Lipsia)

La partita

Olanda che parte molto aggressiva e sfiora il vantaggio al 1’ con galoppata di Frimpong che fa partire undiagonale di destro verso il palo lontano. Theo Hernández la sfiora appena, poi Maignan deviar in corner.

La squadra di Koeman insiste: la Francia sembra essere stata presa di sorpresa ma al 4’ i transalpini hanno la prima occasione di passare in vantaggio. Botta dalla distanza di Griezmann, Verbruggen in tuffo alza sopra la traversa.

Ritmi di gioco altissimi nei primi 10’ di partita.

La formazione di Deschamps crea una doppia occasione da rete al 13’. Thuram serve Rabiot in area olandese, il centrocampista transalpino, solo davanti alla porta, invece di concludere serve Griezmann, ma il pallone è troppo arretrato e l’Olanda chiude. In uscita però Kantè recupera e serve nuovamente Griezmann, il cui tiro di prima intenzione finisce al lato della porta difesa da Verbruggen.

Superato il quarto d’ora di gioco il ritmo della partita cala, con l’Olanda che tiene l’iniziativa e un maggior possesso palla.

Ma la Francia si rende pericolosa con Thuram che sfiora il vantaggio al 27′ e ancora con Griezmann al 42′.

Il pareggio a reti inviolate dopo 45′ descrive l’equilibrio espresso in campo.

Nella ripresa avvio deciso della Francia che con il passare dei minuti acquista maggiore iniziativa.

Al 65’ i Blues vicini al vantaggio.Sponda di tacco di Thuram per Dembélé, che viene però anticipato, la palla arriva comunque a Kantè che serve in area Griezmann il quale però, solo da pochi passi, scivola calciando su Verbruggen.

Nel momento migliore per la Francia, al 70’ Xavi Simons sblocca la partita dopo un’azione insistita, ma Dumfries è in offside sulla traiettoria della palla disturbando Maignan: rete annullata dopo la verifica del Var.

Negli ultimi 20′ di partita cala ulteriormente il ritmo di gioco con la Francia che rinuncia a rendersi pericolosa.

Dopo 5′ di recupero l’incontro termina a reti inviolate: a Lipsia primo pari di questo campionato.

 

Lascia un commento