FIGC CAMPANA GIORNI DI BURRASCA, GAGLIANO CHIEDE UN MAXI RISARCIMENTO A GIULIANA TAMBARO,SOCIETA’IMBUFALITE PER I COSTI DI FUNZIONAMENTO,GIORNALISTI SUL PIEDE DI GUERRA PER IL CASO MARANO

FIGC CAMPANA GIORNI DI BURRASCA, GAGLIANO CHIEDE UN MAXI RISARCIMENTO A GIULIANA TAMBARO,SOCIETA’IMBUFALITE PER I COSTI DI FUNZIONAMENTO,GIORNALISTI SUL PIEDE DI GUERRA PER IL CASO MARANO

L’imbarazzo nella Figc è notevole il giorno dopo la sentenza del tribunale. Quell’aggressione Gagliano a Giuliana Tambaro non l’ha fatta,lo sapevano tutti,in molti erano anche pronti a testimoniare se il tribunale avesse accolto le ragioni della Tambaro la quale lamentava un’aggressione mai avvenuta come ha determinato il Gup D’Auria mettendo fine anche al dubbio.Un signore come Salvatore Gagliano avrebbe mai potuto strattonare una donna?La denuncia di Giuliana Tambaro metteva sicuramente in cattiva luce un uomo importante che si è formato nelle istituzioni e che ha un prestigio straordinario internazionale  nel mondo come imprenditore.Oltre che ad essere stato consigliere regionale,sindaco e presidente della federazione gioco calcio in Campania eletto con grande consenso e dalla cui carica si è dovuto dimettere in seguito alla squalifica di sei mesi ,consigliere federale per tre mandati.Ed è proprio questo il presupposto sul quale si baserà la richiesta per  il maxi risarcimento di Gagliano nei confronti di Giuliana Tambaro e forse anche nei confronti della federazione ma questo ancora non può essere certo.Quello che è sicuro che la Tambaro dovrà ora affrontare i rigori della legge in materia di risarcimento perchè Salvatore Gagliano non scherza e questa volta andrà fino in fondo.Fra l’altro Salvatore Gagliano sta ricevendo lettere e messaggi da parte di tantissime persone di affetto ma anche di sprone ad agire nei confronti di Giuliana Tambaro.

CASO ADDETTO STAMPA

Dopo oltre sette mesi dall’insediamento del nuovo presidente Carmine Zigarelli(foto nel riquadro in alto) ancora non si è provveduto ad azzerare il ruolo di addetto stampa ora coperto da Paola Marano nominata dal commissario Luigi Barbero.

La nomina della Marano avvenne  all’inizio del 2019 da parte di  Luigi Barbiero ,la stessa Marano  ricopre anche il ruolo di giornalista presso la testata AGORA’24 che ancora oggi ha come Direttore Responsabile guarda un pò Giuliana Tambaro, attuale Vice Presidente della figc campana. Quando si insediò il nuovo comitato tutte le nomine vennero azzerate tranne quelle dell’ufficio stampa.E’ comprensibile e opportuno che durante il periodo commissariale  può anche essere valutata l’opportunità di una nomina diretta, in mancanza di un Direttivo a cui affidare deleghe, Il Commissario Straordinario si sia voluto dotare di una propria struttura tra cui l’addetto stampa. Ma come accade in tutti gli Enti in cui vi sono periodi Commissariali, alla scadenza dello stesso decadono tutti gli incarichi affidati dallo stesso Commissario. La stessa situazione si sarebbe dovuta verificare all’indomani dell’insediamento del Consiglio Direttivo. Se il Consiglio Direttivo voleva dotarsi di un addetto stampa sarebbe stato opportuno seguire le minime procedure di evidenza pubblica. Ad oggi però la nomina dell’addetto stampa del commissario non si è toccata.C’entra forse il fatto che scrive per il giornale di cui la Tambaro è direttore responsabile? Zigarelli non vuole far saltare qualche equilibrio?Di tale argomento invece, a distanza di circa sette mesi dall’insediamento non è stato ritenuto opportuno mettere tale punto all’ordine del giorno. Ordine del giorno che è di competenza del Presidente. Probabilmente il Presidente avrebbe già dovuto operare la revoca dell’incarico affidato dal Commissario Straordinario. Mettere all’ordine del giorno la nomina di un addetto stampa e avviare le procedure minime di evidenza pubblica al fine di dare la possibilità alle migliaia di giornalisti della Campania di poter fare richiesta al Comitato Regionale.Invece temporeggia. Secondo una corrente interna alla FIGC campana la revoca dell’incarico a Paola Marano forse sarebbe dovuta  avvenire anche in virtù del rapporto di lavoro in essere tra la stessa   Marano e la Vice Presidente Giuliana Tambaro, direttore Responsabile della Testata Giornalistica AGORA’24. Tra i compiti della Marano rientra anche la presenza alle varie iniziative del Comitato LND Campania  con relativi servizi giornalistici e fotografici che vengono poi pubblicate sulle pagine Facebook ed Instagram . Ebbene, dal mese di Giugno ad oggi, in numerose iniziative promosse dal Comitato, la  Marano non era presente se non in qualche circostanza e tutto il lavoro social lo svolge la Tambaro sempre presente  e non la Marano. Era presente invece la  Tambaro che in tutte le occasioni oltre al ruolo di VicePresidente si è preoccupata anche di fare foto e video della varie iniziative.In molti sono a conoscenza che le pagine social LND Campania  sono curate direttamente dalla Tambaro. All’interno della Figc c’è chi si lamenta del fatto che la VicePresidente Tambaro (nonché Direttore Responsabile della Testata Giornalistica AGORA’24) faccia anche  il lavoro di addetto stampa.A questo punto le società hanno avuto più di qualche rimostranza per  i rimborsi versati. Le società entrano  nel merito dei rapporti economici che intercorrono tra la  Marano e il suo Direttore Responsabile ( Tambaro) nell’ambito del lavoro con AGORA’24, e considerato che la  Marano riceve un compenso mensile per l’incarico di addetto stampa del C.R. CAMPANIA, le società si chiedono  in virtù di quale servizio viene concesso il suddetto compenso?Anche perchè in questi giorni le società sono alle prese  con i costi di funzionamento,c’è una cifra da versare di circa 600.000 euro divisa tra le società alle quali è arrivata la cartella pena il non svolgimento delle partite. Pertanto, al fine di regolamentare tale situazione,molto probabilmente i rappresenti delle società  chiederanno  di avere: 1. Copia del contratto in essere con l’addetto stampa  Paola Marano al fine di verificare contenuti, compiti, durata, etc. dello stesso contratto; 2. Elenco dei corrispettivi mensili elargiti alla  Marano nell’anno 2019, anche al fine di avere contezza della spesa sostenuta dal Comitato per tale servizio. Le società vogliono vederci chiaro anche sulle spese per i rimborsi del direttivo.Come  si muovono e come vengono rimborsati i componenti?Tanto per fare un esempio Giuliana Tambaro lavora alla regione al centro direzionale con Armando Cesaro.Quando va (quasi ogni giorno) come volontaria al comitato prende o no il rimborso spese?

IL DISAPPUNTO DEI GIORNALISTI

Sono tantissimi i giornalisti che ambiscono alla carica di addetto stampa del comitato regionale e in una nota   si invita il Presidente e i Componenti del Consiglio Direttivo a riflettere sulla circostanza che l’addetto stampa del Comitato Regionale è di nomina dell’ex Commissario Straordinario e mai è stato confermato dal Consiglio Direttivo in carica, anche in virtù di eventuali problematiche legali. Allorquando il Presidente decida di mettere all’ordine del giorno la nomina di un nuovo addetto stampa vengano prese in considerazione le minime procedure di evidenza pubblica in modo che tutti i giornalisti possano avere visione della richiesta. In questo modo le migliaia di giornalisti pubblicisti e professionisti della Campania potranno aspirare al ruolo di Addetto Stampa del Comitato Regionale Campania, come è avvenuto per la D.Antonio Lucibello

 

Categories: CALCIO, DILETTANTI

About Author