FIGC,LA STRANA ASCESA DI GIULIANA TAMBARO,TRA SCENEGGIATE,SEGRETERIE POLITICHE E IL DUBBIOSO SILENZIO DI SIBILIA

FIGC,LA STRANA ASCESA DI GIULIANA TAMBARO,TRA SCENEGGIATE,SEGRETERIE POLITICHE E IL DUBBIOSO SILENZIO DI SIBILIA

Ecco come la Tambaro usa il calcio per la sua carriera. Nei giorni scorsi abbiamo evidenziato come alla signorina Giuliana Tambaro interessi il gioco del calcio solo per fare soldi e acquisire potere per poi utilizzarlo a scopi personali, tra cui anche quello politico(tutto legale sia chiaro). Forse non tutti sanno che la signorina Tambaro arriva nel mondo del calcio grazie alla politica ed in particolare a Forza Italia, lo stesso partito di cui è Deputato da sempre il buon Cosimo Sibilia. La stessa “formazione” professionale della Tambaro è iniziata con la politica e in particolare alle “dipendenze” di Mara Carfagna con la quale ha condiviso un buon tratto di percorso insieme. Ricorderete tutti quando la signorina ha costruito la sceneggiata con Salvatore Gagliano arrivò subito in soccorso la parlamentare di Forza Italia Mara Carfagna con apposito comunicato stampa. Negli anni scorsi, ma ancora oggi, ha prestato la sua opera per la famiglia Cesaro sempre di Forza Italia. Negli ultimi due anni ha curato la campagna elettorale di Forza Italia ad Avellino ed in particolare di una candidata vicina a Sibilia e Zigarelli (ovviamente la candidata non è stata eletta e Forza Italia non ha preso nemmeno un consigliere). Ma dopo la sceneggiata con Gagliano (e per questo le sarà chiesto un maxi riarcimento, leggi qui) del 28 Settembre 2018 e dopo la sua nomina a Vice Presidente del Comitato Regionale Campania è subito passata “all’incasso”. Molte nomine delle Delegazioni Provinciali e del Calcio a 5 sono strettamente legate alla militanza politica nelle fila di Forza Italia e comunque del Centro Destra. Dopo aver sostenuto fortemente alle Elezioni Europee una candidata di Forza Italia (ovviamente non è stata eletta) si è buttata come tanti forzisti con la Lega Nord. Qualche mese prima della pandemia che ha colpito il mondo intero la signorina Giuliana Tambaro ha incassato ancora grazie alla notorietà ricevuta dal calcio: è entrata a far parte della squadra di VALENTINO GRANT, Eurodeputato della LEGA di SALVINI. Un’autentica sconosciuta del Calcio che occupa la terza carica del Calcio Campano senza alcun merito sportivo, ma che grazie al calcio e soprattutto grazie ai soldi che versano i Presidenti delle Società fa collezione di incarichi (con relativi guadagni) sia all’interno del mondo calcistico che nel “suo” mondo della politica(niente di penalmente rilevante ma eticamente molto discutibile). Un’ascesa basata soprattutto sulle spalle di un galantuomo come Salvatore Gagliano a cui un Giudice delle Indagini Preliminare ha dato ampiamente ragione(leggi qui) affermando che la Tambaro non è stata aggredita e quindi non c’è stato nemmeno bisogno di affrontare un inutile processo per scoprire la verità: la Tambaro ha fatto una sceneggiata lo scorso 28 settembre 2018.

Quella sceneggiata è costata la presidenza a Gagliano, che ormai era in rotta con lo stesso Sibilia, e che poi ha portato al Commissariamento di Luigi Barbiero, fidato amico di Sibilia e responsabile del Dipartimento Interregionale. Quella sceneggiata è stata premiata da Sibilia con la rielezione di Zigarelli a presidente e della Tambaro a VicePresidente del Comitato Regionale Campania. Alla faccia delle tante persone capaci del mondo calcistico campano. Ma può essere che quella “sceneggiata” sia il motivo che la Tambaro tiene sotto scacco qualche pezzo grosso che era a conoscenza o addirittura aveva partecipato a mettere in scena quella “sceneggiata”? Potrebbe essere la spiegazione a tante cose: potrebbe essere la spiegazione al fatto che la Tambaro mette i piedi in testa a Zigarelli in ogni incontro con le Società, si permette di mettere bocca in ogni decisione del Comitato, trattare in un “certo modo” dipendenti e collaboratori del Comitato Regionale Campania, imporre a tutti i “federali” il “like” sulle pagine Instagram e Facebook della LND Campania, telefonare a presidenti e dirigenti per non far mettere commenti negativi sul Comitato e tanto altro ancora. Ma perché Sibilia, pur consapevole che la signorina Tambaro travalica continuamente, non interviene? Qualcuno sta cominciando ad avanzare delle ipotesi che se confermate e supportate da documenti e testimonianze potrebbero cambiare il destino del Comitato Regionale Campania e non solo. Intanto la signorina Tambaro incassa…e i presidenti delle Società di calcio campano pagano.Sergio Vessicchio

Categories: CALCIO, DILETTANTI

About Author