GELBISON ARRIVA IL TARANTO 400 BIGLIETTI PER GLI IONICI

In casa Gelbison dopo lo stop sul campo del Cerignola, cresce l’attesa per la gara con il Taranto che in passato ha regalato soddisfazioni al club cilentano. E proprio l’arrivo degli ionici sta creando fermento a Vallo della Lucania, considerato che i pugliesi portano con loro un numero consistente di tifosi al seguito. E la società cilentana del presidente Maurizio Puglisi, ha disposto la concessione di 400 biglietti per i tifosi ospiti che potranno essere acquistati da oggi fino a sabato a Taranto presso il punto vendita di Via Trentino al costo di 10 euro, mentre domenica il botteghino del settore ospiti rimarrà chiuso. Sul numero dei ticket messi a disposizione dalla Gelbison potrebbe esserci una limitazione da parte degli organi preposti all’ordine pubblico, al momento non sono arrivate disposizioni in merito. Intanto la Gelbison agli ordini di Alessio Martino prosegue la preparazione in vista del match di domenica che inizia alle ore 15.

Sfida interessantissima al Morra nel prossimo weekend del campionato di Serie D girone H, i padroni di casa della Gelbison ospitano il blasonato Taranto. Le due squadra in classifica sono separate da appena due punti, quindici per i pugliesi e tredici per i salernitani.

ASTINENZA E SOLIDITA’ DIFENSIVA

Gli uomini di mister Martino sono a secco di vittorie da ben quattro turni

, due pari interni a reti bianche e due ko di misura in trasferta contro Nocerina e Cerignola. Momento poco fortunato in zona gol per la miglior difesa del campionato insieme alla capolista Bitonto, soli tre gol subiti nelle prime nove gare. In chiave offensiva chiaramente qualcosa manca, il terzo peggior attacco del girone dietro solo ai cugini dell’Agropoli ed al Nardò, i numeri sono lì a dimostrarlo. Contro i club pugliesi finora trend decisamente positivo per i cilentanicinque gare disputate ed un solo ko proprio nell’ultimo turno contro il Cerignola, poi due vittorie e due pareggi. Singolare il trend dei ragazzi di Martino nelle ultime gare interne, infatti la Gelbison è reduce da tre pareggi a reti bianche consecutivi al Morra.

RISCATTARE LA COPPA E LA CONTINUITA’ CHE MANCA

Taranto invece reduce da un rocambolesco ko in Coppa Italia contro il Fasano, due volte avanti e due volte rimontanti, poi sconfitti dai cugini biancazzurri. In campionato i rossoblu, dopo la brutta scoppola contro il Bitonto, si sono risollevati contro il Gladiator con un bel tris in rimonta. L’addio di Ragno e il ritorno di Panarelli è l’ultima mossa della società per ridare solidità ad un gruppo che sulla carta è tra i più competitivi del girone, una rosa così completa possono vantarla probabilmente soltanto Casarano e Bitonto. La sfida contro la Gelbison è la terza contro club campani, in precedenza ko interno col Sorrento e di recente vittoria in rimonta contro il lanciatissimo Gladiator. Importantissima dunque per il Taranto la sfida del Morra, la concomitante sfida tra Bitonto e Casarano potrebbe consentire agli uomini di Panarelli di avvicinarsi sensibilmente a quella vetta per la quale questo gruppo è stato costruito.