GELBISON, NOCE VA VIA ADESSO PIROZZI TREMA PRONTO LOGARZO

nocegelbison-300x336
Noce pronto a dimettersi

Tutto come da programmi. Angelo Noce presidente(?) della Gelbison ha abbandonato la nave nel momento clou della stagione. I danni fatti dall’ex Trentinara in 2 anni di gestione sono sotto gli occhi di tutti macchiando una società storica e blasonata come la Gelbison dopo essersi reso protagonista di mancati pagamenti, scelte infelici, e perenne irreperibilità venendo meno ai suoi doveri da presidente quindi sia in termini economici che di presenza. La Gelbison era conosciuta da tutti come una grande famiglia, come un isola felice dove i giocatori venivano pagati con regolarità e trattati con i guanti, un ambiente tranquillo e senza pressioni tanto da diventare meta ambita da tutti i calciatori della zona e non. Una società modello macchiata nell’orgoglio e nell’immagine da Noce resosi protagonista della deriva in cui si trova il club di Vallo della Lucania. Un pseudo presidente che quando si trattava di presenziare davanti alle telecamere o rilasciare interviste ai quotidiani era sempre in prima fila, meno quando invece bisognava tenere fede agli impegni presi o presenziare al campo. Senza dimenticare il tentativo di far scomparire la Gelbison quest’estate insieme al fido Di Spirito per ripicca verso l’altra parte di società (che ha preteso da sempre il loro allontanamento) e l’amministrazione comunale. Tentativo che alla luce dei fatti attuali potrebbe anche insinuare il dubbio sulla natura dell’ “incidente”. Dulcis in fundo la fuga nella situazione attuale con classifica deficitaria e tecnico scarso sulla panchina che sta facendo sprofondare sempre di più il team di Vallo in una situazione già di sua difficile. Insomma i danni causati da Noce sono innumerevoli e a pagare sembra solo l’intera città di Vallo e la Gelbison, patrimonio indiscusso dell’intero cilento. Ma finalmente la dittatura e l’ostracismo firmato Noce sta finendo e il giorno 6 finalmente la Gelbison sarà libera con Noce che presenterà le dimissioni con conseguente nomina del nuovo presidente, su tutti Maurizio Puglisi. Quindi la Gelbison ai Vallesi e a chi ama davvero quei colori e che ha fatto di tutto per permettere l’iscrizione in estate e portare avanti una squadra ferita nell’orgoglio e nell’onore. Insieme a Noce però trema anche l’attuale allenatore Egidio Pirozzi che rischia fortemente di essere esonerato. In primis per gli scarsi e indecorosi risultati ottenuti fin ora nella sua gestione, in secundis perchè è la causa principale dell’attuale situazione di classifica in cui versa la Gelbison grazie alle sue note pressioni effettuate prima del suo avvento destabilizzando l’intero ambiente pur di spodestare il collega Logarzo. Ma Logarzo è pronto a riprendersi la panchina della Gelbison e a condurla alla salvezza. La società e la piazza intera lo invoca a gran voce e dopo i danni fatti da Pirozzi è l’unico in grado di poter condurre una nave al porto della salvezzaal porto della salvezza che grazie al duo Noce-Pirozzi si appresta a sprofondare pian piano. Pirozzi ha distrutto e finito di distruggere un giocattolo perfetto costruito negli anni. Ora però come Noce dovrà provvedere a fare le valigie per il bene della Gelbison. Sergio Vessicchio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: