IL NAPOLI SI RIPRENDE L’EUROPA,BATTUTA LA CAPOLISTA SPAGNOLA 0-1,VINCE IL MILAN,PAREGGIA LA ROMA

Europa League: Real Sociedad-Napoli 0-1

Il Napoli perde Insigne dopo 22′ © ANSA/EPA

 

Mentre il Barcellona attardato in classifica va a Torino e si allena cn la Juventus,il Napoli va sul campo della capolista del campionato spagnolo,la Real Societad,e in Europa league la batte 1-0 con un goal di Politano.

Al Napoli basta un gol di Politano per violare lo stadio della Real Sociedad, capolista della Liga. Il successo rilancia nella classifica del girone di Europa League gli azzurri che si riscattano dopo la sconfitta nella gara di esordio contro l’AZ Alkmaar subita al San Paolo la settimana scorsa. La partita è molto tattica e il tecnico dei partenopei dimostra di aver preparato bene la sfida. Gattuso rinuncia al 4-2-3-1 e opta per il 4-3-3 in cui Bakayoko, Demme e Lobotka tengono a freno i trequartisti della squadra basca. Allo slovacco Gattuso affida anche il compito di affiancare in attacco Petagna quando gli azzurri si spingono all’offensiva. Il Napoli perde Insigne dopo 22′. Il capitano si blocca in occasione di uno scatto a centrocampo per il riacutizzarsi di un risentimento muscolare che lo aveva già tenuto fermo per 20 giorni. Al posto di Insigne entra Lozano che si dimostra uno dei migliori in campo. Gli azzurri nel primo tempo sbagliano due gol con Insigne e Mario Rui, mentre i padroni di casa combinano molto poco in attacco. Nella ripresa Gattuso manda in campo Osimhen (che nel finale si fa espellere per doppia ammonizione) e Mertens e trova il gol della vittoria al 10′ con una conclusione di Politano dal limite, deviata da Sagnan.

La Roma frena in Europa League al cospetto di un avversario in crisi solo sulla carta. Finisce senza gol all’Olimpico e per i giallorossi si può parlare di occasione sprecata, perché il Cska Sofia non aveva avuto un approccio particolarmente sereno al match: è dei giorni scorsi la la. notizia del cambio della guida tecnica, al culmine di una serie di risultati poco esaltanti. La Roma si placa forse per colpa forse del turn-over, ma non solo: per avere avuto un approccio troppo morbido a una partita che avrebbe dovuto chiudere fin da subito. Fonseca tiene a riposo i big, la sua rotazione è chirurgica e conferma come il campionato sia una priorità assoluta per l’allenatore portoghese. Smalling è però in campo. Il Cska Sofia non può far paura, ma non è nemmeno avversario da sottovalutare.

Il Milan continua la sua corsa anche in Europa League. Tutto facile per gli uomini di Pioli, che battono lo Sparta Praga centrando il secondo successo nella fase a gironi e rimanendo a punteggio pieno. In una serata in cui Ibrahimovic si prende una piccola pausa (sbagliando anche un rigore), ci pensano le seconde linee a trascinare i rossoneri, con Brahim Diaz e Diego Dalot sugli scudi.


 ).