IL PICERNO HA VINTO IL PRIMO DERBY E HA PRESO ARLEO IL POTENZA HA RIPIEGATO SU AGOVINO

Primo giorno di scuola per Pasquale Arleo nuovo tecnico del Picerno. Ieri pomeriggio primo contatto tra il tecnico potentino e l’ambiente del “Curcio” con un confronto diretto con la squadra che ora può concentrarsi esclusivamente sul derby di domenica a Potenza. C’è proprio la formazione del capoluogo a inaugurare il nuovo corso picernese di Arleo, come se fosse un segno del destino che non capita mai per caso. Il Picerno è in una situazione più che critica di classifica come dimostrano i sette punti conquistati, ma nonostante tutto la scelta della società di affidarsi al carisma e all’esperienza di Pasquale Arleo fa capire come si voglia guardare con serenità anche al futuro.“Ho accettato questa missione impossibile – ha commentato il neo tecnico – perché ritengo che la comunità picernese debba difendere con tutte le sue forze questa categoria. Si tratterà di un’impresa, ma ai ragazzi ho subito detto che chi non se la sente di lottare può restare a casa”. A livello psicologico la squadra ha bisogno di ritrovare quell’armonia rovinata da sette sconfitte in otto partite, questo lo score della gestione La Cava. “Il mio primo obiettivo – ha spiegato Arleo – sarà quello di ridare dignità al gruppo, motivandoli al massimo facendo ritrovare loro il concetto di squadra. Ripeto, chi non vuole lottare può già liberare il suo appartamento a Picerno”.Parole e musica di chi è sempre stato abituato in carriera a misurarsi con imprese sportive ardue e vuole riprovarci a Picerno: “A Potenza sarà una gara decisiva, è chiaro – afferma il tecnico malandrino – ma il bello del calcio è anche questo. Non è la prima volta che mi capita di tornare al Viviani da avversario, tra l’altro domenica sarà 17 gennaio come quel 17 giugno a Benevento. Nulla capita mai per caso”.Federico Pellegrino