IL PUNTO SULL’ECCELLENZA CAMPANA DI MAURIZIO LONGHI

maurizio longhi 1
Maurizio Longhi

DI MAURIZIO LONGHI-Prosegue la marcia inarrestabile dell’Herculaneum in vetta al girone A. Punteggio pieno per i granata di patron Mazzamauro che, a fatica, superano il Real Forio grazie ad un rigore trasformato da Salvati ad un quarto d’ora dalla fine dopo che Magaddino aveva risposto al vantaggio iniziale del solito Caso Naturale. Gli uomini di mister Squillante tengono ancora a tre punti di distanza il Savoia che, dopo la vittoria accompagnata da una infinità di polemiche contro la Sessana, travolge la Sibilla con un Tommaso Manzo show, autore di una doppietta nel tris rifilato ai flegrei. Il club oplontino è alla rincorsa della capolista, al momento è un duello avvincente. Pur non avendo l’ambizione di competere per il primato, al terzo posto c’è un Portici che non ha mai perso in sei partite e da tre vince e convince. Mister Borrelli ha assemblato un gruppo unito e affiatato, con un mix di ottimi giocatori per la categoria e under molto interessanti, continuando cosi, gli azzurri possono davvero recitare il ruolo della mina vagante. Olivieri e Sardo, con un gol per tempo, stendono il Casalnuovo regalando al pubblico presente al “Liguori” di Torre del Greco la gioia della terza vittoria consecutiva. Con una doppietta di Signorelli, la Sessana sbanca il campo dell’Arzanese e insidia il podio della classifica, mentre il Gladiator viene bloccato in casa dalla Virtus Volla, così come il San Giorgio a Mondragone. Davvero non ci sono partite facili in questo girone, per il momento l’Herculaneum, pur uscendo dalla coppa Italia, non sta perdendo un colpo con il Savoia che prova a stargli dietro. Entrambe le compagini sono partite sbandierando l’ambizione di salire di categoria, c’è chi dà gli ercolanesi favoriti per una maggiore compattezza tra i reparti e chi ritiene che alla fine i bianchi di Torre Annunziata, sorretti da un alleato infallibile come il pubblico del “Giraud”, si faranno preferire rispetto ai rivali.
Nell’altro girone, anche qui c’è un testa a testa tra due piazze importantissime che, fino a qualche anno fa, militavano tra i professionisti. Sorrento ha sognato per due anni consecutivi addirittura la cadetteria che, invece, Nocera Inferiore ha vissuto per un campionato. Ora il FC Sorrento e il Città di Nocera si contendono lo scettro di regina del girone B. Entrambe hanno costruito due autentiche corazzate per rilanciarsi in categorie superiori dopo anni bui, si prevede una volata avvincente fino alla fine. Già il doppio scontro di coppa Italia, che ha premiato i costieri, ha dato un saggio del potenziale di ben altra categoria a disposizione dei due tecnici. Nell’ultimo turno, i rossoneri di Turi annichiliscono con tre gol l’Ebolitana, accreditata come candidata per un posto tra le prime tre, mentre quelli di mister Esposito dettano legge in casa della Scafatese 1922. In una giornata di siccità realizzativa per Scarpa, il FC Sorrento si affida alle altre bocche da fuoco come Vitale e Gargiulo, mentre per i molossi, a digiuno Carotenuto, ci pensano Marcucci e Rosario Majella. Quanti calibri pesanti per un campionato di Eccellenza. A provare a fare da terza incomoda è la US Scafatese dopo la cocente retrocessione dello scorso anno. I canarini vengono imbrigliati dal Sant’Antonio Abate e restano dietro al duo di testa, mentre sorprende il neopromosso San Vito Positano che, espugnando il campo del Valdiano, si affaccia nell’alta classifica candidandosi per un campionato più da protagonista che da comparsa.Maurizio Longhi http://www.footballweb.it/

IN ALTO GIGI SQUILLANTE ALLENATORE DELL’HRCULANEUM