LA GELBISON SPROFONDA A LAMEZIA, PIROZZI STA TIRANDO I VALLESI NEL BARATRO

LA GELBISON SPROFONDA A LAMEZIA, PIROZZI STA TIRANDO I VALLESI NEL BARATRO
Lesultanza di Itri autore del gol vittoria

L’esultanza di Itri autore del gol vittoria

Ennesima disfatta per la Gelbison questa volta contro una Vigor Lamezia che ogni domenica si trova all’ultima spiaggia e in piena emergenza complice le squalifiche pesanti dei senior Giannusa e Manganaro e dell’attaccante Golia. Una sconfitta maturata in terra calabrese in grado di regalare ossigeno proprio ai biancoverdi della Vigor Lamezia che ora mettono il fiato sul collo alla Gelbison sprofondata in una crisi nera. Pirozzi è stato in grado di distruggere in tutti i sensi una realtà sana e importante come quella della Gelbison e le sconfitte maturate contro delle dirette concorrenti (vedi Palmese, Roccella, Vigor Lamezia, ecc..) sono la dimostrazione della pochezza tecnica di un allenatore sopravvalutato e dai trascorsi poco rassicuranti. La scelta di Pirozzi è stata la peggiore che la Gelbison potesse fare e i fatti a distanza di tempo ci stanno dando ragione proprio come annunciato in tempi non sospetti. Scherzo del destino a segnare il gol vittoria per i calabresi è stato proprio quell’Alessandro Itri che l’anno prima fu maltrattato da Noce e Di Spirito a Vallo per poi trasferirsi nel mercato dicembrino. Itri di certo avrebbe fatto comodo a qualsiasi compagine campana del panorama di serie D e il suo gol nel finale di partita è uno smacco per tutti gli addetti ai lavori, allenatori e ds che non hanno pensato al suo nome. Ma Pirozzi dopo questa ennesima pesantissima sconfitta dovrebbe rassegnare le dimissioni se dovesse fare autocritica e prendersi le responsabilità, altrimenti meriterebbe l’esonero immediato perchè la Gelbison è una realtà troppo importante che non merita l’eccellenza per società, blasone e tifoseria. Ma di tempo per rimediare per fortuna ce n’è ancora e l’allontanamento di Pirozzi sarebbe il primo passo importante verso un traguardo come la salvezza che dopo la sconfitta in terra calabra sembra sempre più difficile ma non irragiungibile, purchè si svolti sollevando Pirozzi dall’incarico. Sergio Vessicchio

VIGOR LAMEZIA (4-3-3): Marino; Lettieri (97) (19’st Calabria (97), Cianci, Itri, Malerba; Torcasio (95), Castellano, Guttà (98); Spanò (49’st Varricchio), Fioretti (95) (43’st Perri (97)), Priorelli (96). A disp.: Fazzino (95), Anile (98), Iannazzo (97), Sinopoli, Gigliotti (98), Santo (98). All.: Gatto

GELBISON (4-4-2): D’Agostino, Consiglio, Caso, Giordano, Marmoro (96), De Sio (97), Cammarota, Manzillo, Meiri (95) (18’st Napolitano (97); Torraca (95) (33’st Passaro (95), De Luca (43’st Santonicola). A disp.: Novelli (96), Parisi (97), Monzo (95), Pecora, Iorio (96), Muro.  All. Pirozzi.

ARBITRO: Gentile di Seregno. (assistenti Capolupo di Matera e Orga di Moliterno).

RETI: 47’ st Itri

NOTE: spettatori 300 circa.
Ammoniti: Marmoro, Spanò, Malerba, De Luca, Cianci, Torcasio, Consiglio, Itri.
Angoli: 5-5. Rec: 1’pt e 5’st

 

(ph Roberto Iannello)

Categories: SERIE D

About Author