LND CAMPANIA TRA CORONAVIRUS E I BLEFFATORI DI PROFESSIONE

LND CAMPANIA TRA CORONAVIRUS E I BLEFFATORI DI PROFESSIONE

Il coronavirus è stata una mazzata per il paese e con questo anche il calcio ne ha risentito notevolmente.La sosta forzata è stata presa come una possibilità di confronto ma anche di bilanci dei risultati ottenuti fino ad ora.La Campania calcistica è ferma al palo da un nemico invisibile chiamato virus ma non è l’unico ostacolo e sicuramente non è quello più pericoloso e dannoso per la salute del calcio campano.Il comitato regionale Campania è un establishment incapsulato nel bluff. Potremo chiamarlo come volete ma non può essere riconosciuto un organo che è salito al potere grazie alla mistificazione della realtà. Parliamo di un presidente(Zigarelli,portaborse di Sibilia)che sulle carte è presidente ma che nel merito non lo è. Parliamo di una consigliere,Giuliana Tambaro,che ha “sudato” la poltrona attraverso una sceneggiata degna dei migliori film di Mario Merola e che consigliere lo è solo sullo statuto ma non nel merito e nel rispetto della verità(o vuole smentire i giudici che hanno assolto Gagliano?).Parliamo di un direttivo imposto da Sibilia e salito al potere con il favore delle tenebre come direbbe qualcuno.Parliamo di un grande bluff e di bleffatori di professione,ma spesso i bluff portano a perdere tutto,non sempre ti va bene,anche quando attorno a te ci sono lacchè di turno con miliardi di scheletri negli armadi,questa è la platea di cui si attorniano i bleffatori di professione,questo il loro habitat naturale. Ma tutto questo a quale prezzo?forse quello dei lauti stipendi che percepiscono a fine mese?e a quanto ammontano i compensi?dove sono le fatturazioni degli eventi organizzati(guarda caso)frequentemente a Villaricca nuova base mondiale del calcio campano? sarebbe ora di scoprire le carte,il bluff non è riuscito.Antonio Lucibello

Categories: CALCIO, DILETTANTI

About Author