MILAN ALTRO ENNESIMO FLOP, CON IL CARPI E’ SOLO PARI SENZA GOL

MILANO – L’effetto Brocchi è già finito. Il Milan dà vita a una delle peggiori partite del campionato non andando oltre lo 0-0 a San Siro contro il Carpi. Ed è un risultato più che giusto se pensiamo che nel finale Donnarumma è stato decisivo nel salvare il risultato su Crimi. Sicuramente un passo indietro per i rossoneri rispetto al match vinto a Marassi contro la Sampdoria. Punto d’oro invece per il Carpi che allunga sul Frosinone e crede sempre più a una salvezza che sarebbe storica.

BUON INIZIO MILAN – 4-3-1-2 per Brocchi con Boateng dietro le punte Bacca e Balotelli, proprio come piace a Berlusconi. In mezzo al campo Bonaventura, Montolivo e Poli. Castori risponde col 3-5-1-1 con De Guzman a supporto dell’unica punta che è Mbakogu. Esterni di centrocampo Sabelli e Letizia con in mezzo Martinho, Cofie e Crimi. Il Milan parte bene con un possesso palla efficace e due buone conclusioni: destro di Boateng che Belec respinge ed esterno destro di Bacca che termina alto di poco.

IL CARPI NON CONCEDE NULLA – Poi la gara si spegne. Merito del Carpi che mira proprio ad abbassare i ritmi. Gli emiliani giocano tutti dietro la linea della palla per chiudere ogni varco e infatti i rossoneri non trovano più corridoi percorribili. Balotelli e Bacca sono spaesati, Boateng gira a vuoto, mentre in area Suagher e Romagnoli fanno sempre buona guardia. Unica chance concessa al Milan nel finale quando Alex devia di testa un angolo mandando però la sfera alta sopra la traversa. In pieno recupero ottimo cross basso dal fondo destro di Boateng, ma Balotelli commette fallo su Belec in gioco pericoloso.

BENE MAURI, BACCA POLEMICO – Non cambia il tema tattico del match nel secondo tempo anche se il Carpi si fa più spavaldo approfittando di un calo fisico dei padroni di casa. Dopo 3′ ripartenza emiliana con palla profonda di Mbakogu per Crimi che di sinistro conclude out. Castori dà un segnale importante alla sua squadra quando inserisce Lasagna al posto di De Guzman; come a dire: si può osare. E Lasagna non si fa pregare e impegna da fuori Donnarumma al 13′. Brocchi invece opta per Mauri al posto di un fischiatissimo Boateng. Poco dopo è la volta di Menez al posto di Bacca, anch’egli deludente questa sera e polemico con il tecnico per la sostituzione. José Mauri ha personalità da vendere e prova a prendere in mano il Milan. Alla mezz’ora l’ex Parma devia di testa un bel cross di Abate: palla di poco sul fondo.

DONNARUMMA DECISIVO – Il finale di gara è vivace e vede il Milan andare vicino al gol al 43′: punizione di Balotelli respinta dalla barriera, Super Mario raccoglie e crossa in area dove Antonelli colpisce di testa. Belec respinge in tuffo e poi si oppone anche al tentativo di sinistro di Alex. La chance migliore è però per il Carpi: Montolivo perde una palla velenosa su Crimi, il centrocampista avanza, si porta la sfera sul sinistro e conclude agli incroci. Donnarumma vola e salva il Milan dalla sconfitta, ma non dai fischi di San Siro dopo il triplice fischio finale.

Milan-Carpi 0-0
Milan (4-3-1-2): Donnarumma 7, Abate 6, Alex 6, A. Romagnoli 6, Antonelli 5,5, A. Poli 5,5 (41′ st Locatelli sv), Montolivo 5, Bonaventura 5,5, Boateng 5 (17’st J.Mauri 6,5), Bacca 5 (27’st Menez 5), Balotelli 5 (32 Abbiati, 1 Diego Lopez, 96 Calabria, 2 De Sciglio, 15 Ely, 5 Mexes, 17 Zapata, 10 Honda, 62 Vido). All.: Brocchi 5.
Carpi (3-5-1-1): Belec 6,5, Sabelli 6 (34’st Pasciuti sv), Zaccardo 6,5, S. Romagnoli 7, Suagher 7, Letizia 6, Crimi 6,5, Cofie 6, Martinho 5,5 (44’st Lollo sv), De Guzman 5,5

(9’st Lasagna 6), Mbakogu 5,5. (91 Colombi, 13 F.Poli, 36 Daprelà, 7 Porcari, 11 Di Gaudio, 58 Fedele, 8 Bianco, 10 Verdi, 25 Mancosu). All.: Castori 6,5.
Arbitro: Guida di Torre Annunziata.
Ammoniti: Cofie, Crimi, Balotelli, Alex, Suagher per gioco falloso.
Angoli: 4 a 3 per il Milan.
Recupero: 2′ e 5′.
Spettatori: 28.801 per un incasso di 599.369,59 euro.

 

Federico Sala