Un botta e risposta andato in scena tra una conferenza stampa e una replica al vetriolo quello tra Vertolomo uno dei finanziatori del club del presidente Flamia e Grillo uomo mercato il tutto riportato da tuttopotenza.com. In una conferenza stampa vertolomo aveva detto testualmente: “http://www.tuttopotenza.com/gli-ex-rossoblu/vertolomo-e-gli-epurati-7700.Non si faceva attendere la replica di Simone Grillo sempre dalle colonne di tuttopotenza.it:”Quanto dichiarato dal presidente Vertolomo in merito alla mia persona sono tutte falsità. In merito il mio allontanamento è risaputo che il motivo non riguarda nè la sfera calcistica, nè le mie presunte ambizioni di direttore sportivo anche perchè ho sempre avuto un buon rapporto con Flammia. Non capisco dunque le motivazioni di queste false dichiarazioni del presidente. Chiedo alla società di non accostare più il mio nome alla loro gestione e non al Potenza Calcio di cui, come tutti sanno, sono un tifoso e che spero che torni al più presto nelle categorie che le competono. Mi permettono di aggiungere a nome di Andrea Agostinelli, che non aveva affatto smanie da tecnico anche perchè la prima cosa che dichiarò fu che avendo a che fare con i regolamenti della serie D non se la sentiva di fare l’allenatore. La verità è che Agostinelli non vedendo ricevere le garanzie economiche dovute ha preferito andare via. Per quanto mi riguarda non nascondo che il motivo del divorzio fu il diverbio con l’ingegner Vangone, quindi preferirei che venga riportata la verità. Per il valore dei calciatori che ho portato e per la bontà delle operazioni da me concluse, trovo questi attacchi completamente fuoriluogo. Se gli interessa ciò che faccio, sono lieto di informarlo che mi sto recando all’Ata Hotel di Milano dove si svolge il mercato dei professionisti-. Mi dispiace che sia finita in questo modo per l’affetto che mi lega al Potenza-conclude Simone Grillo-, ora valuterò i vari progetti che mi hanno proposto diverse società”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: