RIPRESA DEL CALCIO ITALIANO,LE MOSSE DI GRAVINA

RIPRESA DEL CALCIO ITALIANO,LE MOSSE DI GRAVINA

Il Presidente della FIGCGabriele Gravina, torna a parlare della ripresa dei campionati e della necessità di concludere i campionati per definire promozioni e retrocessioni in vista della prossima stagione sportiva.

PRIMA GARANZIE, POI ITER DEFINITO

Ribadisco per l’ennesima volta che i campionati di calcio riprenderanno soltanto dopo aver ricevuto le giuste rassicurazioni dal Governo e dalla comunità scientifica, dobbiamo garantire la tutela degli atleti e di tutti gli addetti ai lavori che gravitano attorno al calcio. – precisa ai microfoni di Sky Sport – Il 15 aprile abbiamo in programma una riunione molto importante col comitato scientifico federale, sarà l’occasione per comunicare alle leghe la procedura che ci porterà gradualmente alla ripresa delle attività. A fine mese inizieremo, prima i controlli e poi si partirà con la preparazione agli allenamenti, con la speranza che il passo successivo possa essere effettivamente il ritorno al calcio giocato”.

VERDETTI E RISCHI

Tanti discorsi ma il calcio non può far altro che attendere, sperando in una ripresa praticamente obbligata: “Siamo in una situazione per la quale da un lato non possiamo rischiare di compromettere la salute delle persone, mentre dall’altro c’è l’esigenza di definire verdetti e organici per la prossima stagione. Nel caso in ci non fosse possibile, le conseguenze sarebbero decisamente negative sia per il calcio che per tutte le attività ad esso associate”.

Categories: CALCIO

About Author