RONALDO SI RIFIUTA DI FARE UN NUOVO ACCORDO E L’AVVOCATO DELLA MAYORGA LO RICATTA ANCORA

RONALDO SI RIFIUTA DI FARE UN NUOVO ACCORDO E L’AVVOCATO DELLA MAYORGA LO RICATTA ANCORA

Il caso di stupro di cui è accusato Cristiano Ronaldo è tutt’altro che in via di definizioneLa Polizia di Las Vegas ha riaperto l’indagine a quasi dieci anni dall’incontro del portoghese, allora calciatore del Real Madrid, con la modella Kathryn Mayorga. Prima nella discoteca Rain, poi il giorno successivo al Palms Casino Resort, dove si sarebbe consumata la presunta violenza di cui la donna accusa Ronaldo. Che non ha alcuna intenzione di strappare altri assegni nei confronti di Mayorga, che all’epoca ricevette 375.000 dollari per un accordo che prevedeva il suo silenzio riguardo ai fatti accaduti. La causa civile intentata dalla modella nei confronti dell’attaccante della Juventus è volta appunto a questo: rivedere quell’accordo e tentare di ottenere altri soldi da CR7.

LE ULTIME NOVITA’ – “Ai tempi Cristiano seguì il suggerimento dei suoi consulenti per mettere fine alle accuse ingiuriose ed evitare tentativi come questo. Non bisogna ripetere gli errori del passato, chi è innocente confida nella giustizia”, così il suo avvocato Peter Christiansen ha escluso un possibile nuovo accordo tra le parti. Leslie Stovall, che difende la donna, ha scelto una controrisposta teatrale: ha spedito le carte alla polizia di Lisbona e alle forze dell’ordine di altri 18 Paesi, compresa Fbi e Interpol, con l’obiettivo di verificare se Ronaldo abbia violato qualche legge nel frattempo. Il prossimo passo per Christiansen è la perizia informatica cui sottoporre i documenti, a suo dire hackerati, che proverebbero la colpevolezza di Ronaldo. Oltre a sentire la testimonianza di amici e parenti che hanno accompagnato il portoghese in quel viaggio a Las Vegas.

 

Ronaldo, intanto, è tranquillo a Torino ad allenarsi con la Juventus e la vicenda non sembra scuoterlo.  

Categories: SERIE A

About Author