SALERNITANA PAREGGIO IN EXTREMIS,TANTI RIMPIANTI,ANNULLATO UN GOAL NETTO A DONNARUMMA

B……..di Bagadur!!!Ancora lui, ancora una volta in quella che oramai possiamo definire la sua zona,ancora una volta Ricardo Bagadur al 91′!!!

Il centrale croato dopo una partita maestosa si regala un gran goal e regala alla Salernitana un punto che per come si era messa ad un certo punto la partita ,potrebbe avere un valore inimmaginabile nel computo della lotta per la permanenza in serie 2 a 2 il risultato finale allo stadio Dell Duca di Ascoli tra bianconeri di casa e granata di Salerno al termine di una partita dalle mille e una emozioni.
Menichini manda in campo la Salernitana col 4 4 2 con Ronaldo in luogo dello squalificato Odjer.

I granata appaiono subito concentrati nell’approccio alla gara e anche l’atteggiamento in campo con la difesa molto alta da l’impressione che la Salernitana vuole provarci.

Ma proprio da un errore di Bernardini quasi a centrocampo nasce il primo ed inatteso goal ascolano al 13’con Cacia che si invola verso la porta granata battendo l’incolpevole Terracciano per l’1 a 0 dei bianconeri;

la Salernitana subisce il colpo e 5′ dopo sbanda ancora sotto i colpi del bomber ascolano che dal centro dell’area raddoppia.

Moro e compagni sembrano essere alle corde ma non demordono anzi provano a rimettersi in carreggiata e al minuto 33 rientrano in partita grazie ad un fendente di Oikonomidis che di sinistro batte l’estremo difensore locale, 2 a 1 e con questo risultato le squadre rientrano negli spogliatoi.

La seconda frazione di gioco e’ quella che non ti aspetti;

l’Ascoli infitti decide di adottare la tattica dell’attesa, 10 calciatori dietro la linea della palla in attesa che la Salernitana si scopra per colpirla in contropiede.

Proprio quest’atteggiamento pero’ da coraggio alla Salernitana e anche a mister Menichini; che man mano che il tempo passa rivoluziona l’assetto tattico finendo addirittura la gara con soli 2 difensori di ruolo e con in campo contemporaneamente Nalini, Zito, Gatto Tounkara Coda e Donnarumma.

I granata dominano , sembrano indiavolati ,cercano il goal ogni volta che si spingono in avanti,l’ascoli subisce passivamente senza poter nulla contro una Salernitana che forse per la prima volta in questo campionato dimostra realmente di non voler arrendersi.

Il tempo passa i granata attaccano ma il bunker bianconero tiene botta e quando sembra crollare,l’arbitro decide di annullare una rete a Donnarumma

per un dubbio fuorigioco dell’attaccante.

Mancano oramai pochissimi minuti al termine e l’Ascoli cosi come per tutto il secondo tempo continua a subire la rabbia granata;

Zito imperversa a sinistra Gatto sfonda a destra ,Coda e Donnarumma combattono come leoni,Moro e’ un gladiatore,la Salernitana ci crede e quando il quarto uomo alza la lavagna luminosa e segna 4′ di recupero sembra essere un segno del destino .

Ed eccoci al minuto 91′ ,il direttore di gara concede un calcio di punizione alla Salernitana sull’out di sinistra d’attacco ,sulla palla Zito, mentre al centro dell’area e’ piena bagarre .

Sulla battuta secca e tagliente ci mette la testa ancora una volta lui Re Ricardo Bagadur che cosi come a Cesena gonfia la rete avversaria mandando in visibilio compagni e tifosi.

E’ 2 a 2!

Finisce cosi con una apoteosi tutta granata ma che peccato per quei 5′ di follia e anche per qualche strano risultato giunto dagli altri campi.