SALERNITANA,LA PARTITA NON SI RIGIOCA,VITTORIA GIA’ ACQUISITA

La multa che il giudice sportivo ha inflitto al Cosenza è il segnale chiaro ed inequivocabile che il risultato rimane quello del campo perchè pure (CLICCA QUA PER VEDERE IL VIDEO)se si fosse giocato per 30″ con 12 uomini in campo e questo bisognerà vedere se l’arbitro lo ha scritto ma abbiamo seri dubbi,il Cosenza già si era macchiato dell’infrazione di aver utilizzato più slot per le sostituzioni e quindi anche vincendo o pareggiando avrebbe avuto partita persa. Questo scrive il giudice sportivo: “…. al club calabrese è stata inflitta un’ammenda di 5 mila euro per avere, “in contrasto con quanto disposto dal comunicato ufficiale Figc n.102/A del 22 settembre 2020 e dal punto 4 comma 5 circolare n.9 LNPB del 23 settembre 2020, effettuato le sostituzioni, utilizzando più delle tre interruzioni di gioco previste”. Questo significa partita persa a tavolino. La non omologazione è un atto dovuto perchè c’è un preannuncio reclamo da parte del Cosenza ma di fatto il giudice sportivo si è già espresso. La multa è il segnale chiaro ed inequivocabile che il Cosenza non ha nessuna speranza, ha perso sul campo e avrebbe perso a tavolino. Sergio Vessicchio