DURA CONDANNA DA PARTE DI TUTTO IL MONDO DILETTANTISTICO CAMPANO, LA SOCIETA’ DELL’ERCOLANESE STA COLLABORANDO CON GLI INQUIRENTI PER RISALIRE AI RESPONSABILI

Sono sempre loro, figli di una città dove, ci sono anche i buoni e dove la società si è fatta in quattro per evitare i disordini, continua a succedere di tutto e di più. Ercolano ha questo triste primato basti ricordare cosa fecero ai ragazzi della Gelbison qualche anno fa. Prima durante e dopo la partita Ercolano-Agropoli hanno fatto terrore e violenza. La società con in testa il presidente dell’Ercolano nulla hanno potuto rispetto alla furia di questi delinquenti travestiti da tifosi e da ultras. Durante la partita già avevano fatto di tutto e di più e noi puntualmente lo avevamo riportato all’inizio del secondo tempo (leggi qua).Il resto lo hanno fatto a fine partita dopo la vittoria di 2-5 da parte dell’Agropoli. Almeno una ventina di persone, alcuni con i cappucci, hanno forzato, con l’aiuto di una talpa all’interno del campo il quale gli ha aperto le porte, il piazzale e il cancello di ingresso negli spogliatoi e mentre i giocatori si facevano la doccia hanno fatto irruzione e hanno cominciato, con bastoni e martelli, a picchiare tutti coloro che si trovavano davanti. Hanno poi smontato un televisore a muro e con lo stesso hanno cercato di colpire sempre i calciatori, il vice presidente Palo. Successivamente i calciatori hanno preso coraggio ed hanno evitato il peggio respingendo, con l’aiuto dei carabinieri e degli addetti ai lavori, la furia assassina dei delinquenti. Alcuni calciatori, il magazziniere Basilio Esposito, hanno riportato delle contusioni per fortuna niente di particolarmente grave per le conseguenze fisiche ma il fatto è gravissimo per come si è sviluppato e per come si è poi concluso. E dire che tra le tifoserie e tra le due città mai c’è stato qualche precedente, fra l’altro i tifosi dell’Agropoli sono dovuti rimanere a casa per l’inagibilità del settore ospite. Solo la presenza dei carabinieri, prima solo di tre unità, e poi con i rinforzi hanno riportato la calma ma lo shock è grande tutt’ora tra i giocatori e il seguito dell’Agropoli. Una situazione molto difficile nella quale i delfini sono stati vittime di un’aggressione pazzesca. La società dell’Agropoli ha anche diramato un comunicato, questo il testo:

L’U.S. Agropoli 1921 denuncia pubblicamente di aver subito una vile aggressione al termine della partita all’interno degli spogliatoi di Ercolano. Dopo il triplice fischio alcuni facinorosi hanno fatto irruzione nello spogliatoio dove i nostri tesserati si stavano cambiando. Alcuni tesserati hanno riportato contusioni. Sul posto sono dovute intervenire diverse pattuglie dei carabinieri, che insieme ai dirigenti di entrambe le società hanno riportato l’ordine e calmato la situazione. Tali episodi non hanno niente a che vedere con il calcio, mortificano intere città e soprattutto mortificano le proprietà che con tanti sacrifici cercano di regalare lo spettacolo più bello del mondo. L’US Agropoli 1921 ci tiene a sottolineare la correttezza della dirigenza e della proprietà dell’ Ercolanese 1924 il cui comportamento per tutta la partita è stato esemplare. Infine si spera che tali episodi non accadano più e che i responsabili siano perseguiti e puniti.

Un comunicato di condanna è arrivato anche dalla società di Ercolano:

L’Ercolanese 1924, nelle persone dei Presidenti, dello Staff della Società e della Squadra tutta, condanna fermamente la vile aggressione posta in essere da un gruppetto di vigliacchi subita dai giocatori e dallo staff tecnico della U.S.Agropoli 1921. In queste ore la Società sta fornendo totale collaborazione alle Forze dell’Ordine per l’individuazione dei responsabili. Atti come quelli di oggi non solo offendono chi investe nel calcio ad Ercolano, ma pongono seri dubbi sui valori sportivi che animano gruppetti di scalmanati irresponsabili. Fatti di questo tipo danneggiano società e squadra e sono inspiegabili ed inaccettabili. Alla società, allo staff ed ai calciatori dell’Agropoli, vanno i nostri complimenti per il risultato ottenuto sul campo e la nostra totale solidarietà rispetto all’aggressione subita. Lo Sport prevede le vittorie e le sconfitte, oggi, a causa di qualche vile testa calda, lo sport ad Ercolano perde due volte. L’Ercolanese 1924 prende le distanze da chi è stato artefice di questi incresciosi fatti e da chi vive il calcio come sfogo personale settimanale. Restatevene a Casa!!!

Un episodio molto triste e di violenza urbana che fa riflettere. Non si comprende per quale motivo si possa arrivare a tanto. Una partita che è diventata un pomeriggio di terrore per giovani ragazzi, peraltro dilettanti, i quali per una partita di calcio si sono trovati ad affrontare la furia di delinquenti comuni lasciati a piede libero da una giustizia lenta e spesso cieca. In quel gruppo ci sono anche dei pregiudicati. Anche la società dell’Ercolano e i tifosi e sportivi sani della città sono vittime di quanto è successo, ci vogliono delle sentenze e delle pene toste, severe e assicurare alla giustizia questi delinquenti. (Per rivedere la partita clicca quaSergio Vessicchio

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: