IL SORRENTO SORPASSA L’AGROPOLI,L’UNICO RESPONSABILE E’ DE CESARE MA LA DIRIGENZA LO BLINDA,LO SPOGLIATOIO E’ CONTRO L’ALLENATORE

Dopo il sorpasso del Sorrento la situazione dell’Agropoli si complica.Per la prima volta in questo campionato i delfini sono secondi.I vertici societari sono tutti con De Cesare e approvano le scelte dell’allenatore .Per cui pensare ad un ribaltone tecnico a questo punto del campionato è utopistico secondo la dirigenza ma anche oggettivamente.Questo non toglie De Cesare dal banco degli imputati.Il tecnico agropolese preparato è scrupoloso si è fatto vincere dalla sua prepotenza intellettuale e una volta trovatosi a 8 punti davanti alle inseguitrici ha “scassato” il giocattolo con una serie di provvedimenti capestro.Lo avevamo avvisato di non indugiare su quelle scelte disastrose e invece  ora tiene tutti i senatori contro e anche parte degli under i quali lamentano di essere maltrattati sul piano umano.De Cesare ha scassato la squadra facendo andare via Toledo a Pappalardo due dei migliori in rosa del girone di andata.Lo spogliatoio è un putiferio,fuori escono cose indicibili sull’allenatore,lui crede di averlo in pugno ma a parte tre o quattro lecchini la rosa della squadra non sopporta i metodi e le scelte del tecnico.La società però lo difende e dice che sta facendo tutto bene.Nessuno da la colpa a Cannone il preparatore atletico tra i migliori in circolazione.Le colpe del disastro sono tutte di De Cesare come i meriti del primato erano suoi. Il tecnico fa le questioni di principio e scarica sugli altri le proprie colpe.Ha fatto la guerra a a Toledo e Pappalardo e li ha fatti scappare,sta facendo la guerra a quel povero Iommazzo il quale ha cantato e portato la croce nel girone di andata.Ha fatto la guerra a Landolfi prima che venisse preso.Fa giocare Santonicola solo perchè è il pupillo di Puglisi ma è un giocatore che non può giocare nemmeno in terza categoria.Sta facendo una guerra spietata a D’Attilio non si sa per quale motivo anche se in città le voci che si rincorrono sono allarmanti e se sono quelli i motivi l’allenatore sta sbagliando totalmente.Sta facendo la guerra a Pascuccio perchè deve giocare Hutsol. Fa la guerra a Lo Petrone perchè ritiene che si sia tirato indietro in qualche circostanza per via del ginocchio.Fa la guerra a De Rosa per il quale aveva costretto la società a cacciarlo nel mercato di dicembre.Fa la guerra ai migliori giocatori quelli che non dicono signor si e fa giocare quei quattro senza palle  che non giocherebbero in nessun contesto ma gli dicono si su tutto e lui li manda in campo. Lo spogliatoio è una guerra.I senatori sono contro l’allenatore e noi le cose non le mandiamo a dire.Ma se la società e il tecnico stanno rinunciando a vincere il campionato per situazioni economiche lo dicano subito altrimenti con i big al palo e i brocchi in campo nessuno capirebbe nemmeno chi è deputato al controllo federale.De Cesare deve capire che se ha in panchina e in tribuna giocatori che hanno giocato in serie a,in serie b e in serie c e fa giocare elementi scadenti che magari portano qualche sponsor,o raccomandati da chissà quale dirigente altolocato,non passa inosservato.Il tecnico ha responsabilità perchè ha costretto la società a dare le case ai giocatori, e dove nel girone di andata, è successo il finimondo perchè poi sono giovani e lontano da casa si lasciano andare in comportamenti poco ortodossi. Capozzoli è la rovina dell’Agropoli,lo abbiamo detto a più riprese,lo abbiamo ripetuto e stradetto ma l’allenatore ha fatto orecchie da mercante,la società riteneva di averlo in pugno e invece è diventato scarso,rovina l’ambiente ed è un peso per la squadra.Il modulo è ormai scaduto.Il 4-3-3 con il quale De Cesare copia Sarri è diventato la barzelletta del campionato .Capozzoli a destra nel tridente alto è una palla al piede.Apicella è un ectoplasma e Bozzi un oggetto non identificato. Quando c’era Toledo la concorrenza era forte le sue giocate erano sontuose e imprendibili ma a De Cesare non piaceva e Pappalardo stimava Toledo e quindi doveva andare via.Questo è un bordello altro che squadra. A centrocampo Natiello e Santonicola fanno disastri e Natiello condiziona negativamente tutto il reparto ma per l’allenatore deve giocare perchè per lui è il migliore e sa fare le due fasi.Peccato che non sa fare un passaggio a mezzo metro e tecnicamente è scadente. Gullo ha avuto una inversione di tendenza pericolosa rispetto alle prime giornate.La difesa non ne parliamo proprio,quando mette i ragazzini è un disastro. Hutsol andrebbe fatto sedere in questo momento ma il tecnico stravede e quindi Iommazzo va a sinistra e questo Hutsol al centro fa danni.In questa squadra non giocano Pascuccio(ora è infortunato)De Rosa,D’Attilio,Lo Petrone a singhiozzo.La società vorrebbe far firmare anche Di Deo giocatore meraviglioso che si sta allenando ma ha paura della reazione dell’allenatore.Di Deo è un centrocampista che ha giocato e vinto campionati professionistici e potrebbe giocare anche in difesa.Purtroppo la situazione è questa ed è drammatica per l’Agropoli.A De Cesare,che comunque stimiamo come allenatore,avevamo annunciato tutto questo ma lui si veste di carattere e presunzione e pensa che tutto quello che gli dicevamo erano fesserie.Oltre ad essere verità sono previsioni azzeccate e se non cambia modulo e atteggiamento questa squadra rischia di non fare i play off. Sergio Vessicchio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: