STASERA TUTTA LA SERIE B IN CAMPO,LE PARTITE IN PROGRAMMA TUTTE ALLE 21.00 TRANNE UNA

STASERA TUTTA LA SERIE B IN CAMPO,LE PARTITE IN PROGRAMMA TUTTE ALLE 21.00 TRANNE UNA

Venerdì vedremo tutte le 20 squadre di Serie B scendere in campo, in una giornata ricca di partite decisive sia per la promozione che per la salvezza. Aprirà le danze alle 18:45 Trapani-Pordenone, mentre tutte gli altri match si giocheranno alle 21:00. Analizziamo nel dettaglio la situazione in classifica, i precedenti e le statistiche di questo affascinante turno del campionato cadetto.

TRAPANI-PORDENONE

Per la prima volta nella storia la squadra veneta giocherà nello stadio Provinciale di Erice: l’unico precedente tra le squadre è la sfida di andata terminata 2 a 1 in casa del Pordenone. Trapani che nell’ultima giornata è riuscita a muovere la classifica conquistando un pareggio a reti bianche contro la terza forza del campionato Frosinone, ma ora dovrà provare a conquistare il bottino pieno per accorciare le distanze dalla zona play out. Anche i ramarri non sono riusciti ad andare oltre lo 0 a 0 in casa contro il Venezia, venendo scavalcati in classifica dallo Spezia. Sarà una sfida da tripla, con occhi puntati su Stefano Pettinari, capocannoniere del Trapani con 14 reti realizzate.

CHIEVO-SPEZIA

Una delle sfide più interessanti in ottica promozione. Spezia che, dopo la vittoria interna contro l’Empoli, si è con prepotenza inserita nella lotta al secondo posto. Chievo che viene da tre risultati utili consecutivi e potrebbe rilanciarsi nel mischione della zona play off. Noi puntiamo sull’under 2,5 considerato che al Bentegodi la squadra di Aglietti ha raggiunto l’over solo in tre occasioni, ma occhio anche a Antonino Ragusa in gol nell’ultima gara partendo dalla panchina dello Spezia e che Italiano potrebbe schierare dal primo minuto.

CREMONESE-COSENZA

I precedenti tra le due formazioni vedono in vantaggio i calabresi con 6 vittorie, ma ad avere i favori del pronostico è la squadra lombarda che, dopo lo stop interno contro la capolista Benevento, proverà ad ampliare il margine con la zona rossa della classifica. Dall’altro lato il Cosenza viene dalla vittoria interna per 2 a 1 contro l’Entella e dovrà sfruttare il trend positivo per cercare la salvezza. Con la squalifica di Asencio, i lupi punteranno ancora una volta su Riviere (7 gol), in gol nel match di andata ma ancora non al meglio della condizione fisica, e ritrovano a centrocampo Daniele Sciaudone (3 reti e 4 assist). Per la squadra di Bisoli invece puntiamo su Palombi (6 reti) e l’ex-Torino Vittorio Parigini (3).

EMPOLI-BENEVENTO

Nonostante la sosta forzata la squadra di Inzaghi prosegue la sua corsa in solitaria verso la serie A. Mancano pochi punti alla matematica promozione e quasi certamente i campani proveranno a chiuderla il prima possibile per concentrarsi sulla preparazione della prossima stagione. Le streghe incroceranno l’Empoli, a inizio stagione una delle favorite alla vittoria del campionato e ora in lotta per ottenere un posto nei play off. Il capitano Nicolas Viola (9 gol), l’esperta punta Marco Sau (8) e Roberto Insigne (7) potrebbero sbloccare il match per gli ospiti, mentre per i padroni di casa puntiamo su Leonardo Mancuso (9 reti) e Gennaro Tutino (3).

ENTELLA-SALERNITANA

Non una ripartenza all’altezza delle aspettative per le due compagini: nella scorsa giornata i liguri hanno perso fuori casa contro il Cosenza e i campani sono stati bloccati sull’1 a 1 in casa contro il Pisa. Ci aspettiamo una sfida equilibrata dove la differenza la potrebbero fare le sostituzioni e la lunghezza delle panchine, da questo punto di vista la Salernitana dovrebbe avere la meglio. L’Entella in casa è la squadra che colleziona più under, con una media gol di 1,9 a partita, situazione che si ribalta quando giocano fuori casa con media gol di 3,1. La squadra di Ventura invece non riesce a conquistare la vittoria fuori casa da quattro turni e avrà bisogno del supporto di Djuric (10 gol) e Kiyne, in prestito dalla Lazio e una delle rivelazioni del campionato con 8 reti.

FROSINONE-CITTADELLA

Altro big match di giornata nella parte alta della classifica. I precedenti ci dicono che il risultato più comune tra le due formazioni è l’1 a 1 registrato in ben 7 occasioni. Frosinone che non trova la vittoria da tre giornate, con l’ultima sfida terminata in parità contro il Trapani che ha lasciato l’amaro in bocca agli uomini di Nesta. Cittadella che fuori casa è una macchina da guerra: ottenendo in stagione 8 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte è seconda solo al Benevento in termini di punti ottenuti lontano dallo stadio di casa. I laziali però sono molto attenti alla fase difensiva e su 29 partite hanno collezionato per 21 volte l’under 2,5. Molto probabilmente assisteremo a una vittoria di misura.

JUVE STABIA-LIVORNO

La débâcle contro il Pescara rischia di compromettere la discreta stagione della neo promossa Juve Stabia, in 14esima posizione e a +3 sulla zona play out. La sfida contro il Livorno, ultima in classifica e ormai tragicamente destinata a retrocedere, rappresenta dunque la ghiotta opportunità per ampliare il margine di punti e respirare. Francesco Forte con le sue 13 reti sta trascinando la squadra e crediamo che anche in questa sfida potrebbe mettere la firma. All’andata furono i toscani a spuntarla per 2 a 1 con un gol al 5 minuto di recupero, gli uomini di mister Caserta raccoglieranno le forze per vendicarsi di quel risultato?

PERUGIA-CROTONE

Il Perugia negli ultimi anni è il grande enigma della Serie B: parte da favorita, conduce ottime campagne acquisti, sottoscrive contratti con allenatori di livello ma non riesce mai a imporsi ottenendo solo posizioni di metà classifica. Serse Cosmi arrivato in Umbria a inizio gennaio non è riuscito ancora a rilanciare la squadra che sotto la sua guida ha ottenuto prestazioni discontinue (4 vittorie e 6 sconfitte), piazzandosi a -3 dalla zona play off. Il Crotone dal canto suo dovrà provare ad uscire indenne da questa sfida per evitare di essere scavalcata in classifica dalle dirette concorrenti per il 2° posto. Per i grifoni occhio al capocannoniere Pietro Iemmello (18 reti), per gli squali in questa partita puntiamo sulla classe del brasiliano Junior Messias (3 gol e 4 assist) che potrebbe mandare fuori giri la difesa di Cosmi.

PISA-PESCARA

Rispettivamente 13esima e 12esima in campionato si affrontano in una partita tutt’altro che scontata. Entrambe lotteranno per due scopi: inserirsi nella corsa play off e guadagnare distacco dalla zona play out. Toscani che nelle ultime quattro partite hanno raccolto 7 punti, con 3 reti segnate e 2 subite, giocando in ripartenza e rischiando poco. Potrebbe rivelarsi una partita con poche reti, ma dall’altra parte abbiamo un Pescara che in stagione ha collezionato la media reti di 3 gol a partita, la più alta della Serie B. L’ultima vittoria della squadra di mister Legrottaglie fuori casa risale a gennaio contro il Pordenone. Galano (12 reti) non segna da quattro partite, quindi preferiamo puntare su Manuel Pucciarelli arrivato a gennaio dal Chievo e subito in gol alla sua prima presenza con la maglia degli abruzzesi.

VENEZIA-ASCOLI

Match decisivo in zona play out tra due squadre che faticano da molto tempo. L’Ascoli arriva a questa sfida dopo due sconfitte nel post lockdown, contro Cremonese e Perugia, che ne ha compromesso la classifica. Una bomba a orologeria che potrebbe esplodere in caso di un ulteriore sconfitta contro il Venezia. Per questo la panchina del club è stata affidata al tecnico Dionigi, sollevando dall’incarico Ascabal, nel tentativo di dare una sferzata all’ambiente e cambiare rotta da subito contro il Venezia. Quest’ultima punterà su Mattia Aramu, trequartista che può svariare su tutto il fronte dell’attacco, con in stagione 7 centri e 5 assist. Per gli ospiti invece puntiamo i fari sul serbo Ninkovic (6 gol e 6 assist) e sul giovane attaccante in prestito dal Sassuolo Gianluca Scamacca, con 7 gol realizzati.

Categories: SERIE B

About Author