TURRIS, GIUGLIANO: “MAI LA TURRIS IN CATTIVE MANI, VITAGLIONE SULLA VIA DEL RITORNO, MAJELLA? GIUSTO CHE LE NOSTRE STRADE SI SEPARINO”

0

“Non permetterò mai che la Turris cada nelle mani di ex presidenti e di persone che vogliono esclusivamente il male della mia squadra”

. Tuona così il patron della Turris, Giuseppe Giugliano, dopo le varie querelle con l’Amministrazione Comunale, che grossomodo hanno caratterizzato l’inizio di settimana dei corallini. A seguito della controversia con alcune persone che fiancheggiano le mura di Palazzo Baronale, si è dimesso il direttore sportivo della Turris, Checco Vitaglione: “Mi dispiace molto per la decisione di Vitaglione — dichiara patron Giugliano — . So quanto lui ci tenga alla piazza di Torre del Greco e per questo mi auguro che ci ripensi. Io ci ho parlato, e mi è sembrato sulla via del ritorno“. Nel frattempo nel pomeriggio di ieri, l’attaccante Rosario Majella, ha lasciato la Turris, causa scadenza naturale del contratto: “Rosario ha dato tanto per noi, e lo ringrazierò a vita —ammette Giugliano — . Oggi è giusto che le nostre strade si separino. Majella ha 37 anni. Noi cerchiamo di allestire una squadra giovane che possa dire la sua anche in un campionato complicato e lungo come quello di Serie D“. Per quanto riguarda l’allenatore non ci sono più dubbi. Pepe o Braca? Alla domanda la società risponde: “Tutti e due“. Infatti in panchina ci sarà l’ex secondo di Eziolino Capuano, mentre il suo vice sarà proprio l’ex difensore della Turris, il quale fino a poche settimane addietro sembrava in pole position. Ma intanto il mercato dei corallini sta entrando nel vivo.

Mattia Longobardi

Lascia un commento