DOPO L’ADDIO DI FERRAZZOLI ZEMAN OFFERTO ALL’AGROPOLI MA CI SONO PERPLESSITÀ’,SQUILLANTE DA PIU’ GARANZIE

 

Potrebbe sembrare una baggianata o una fake news ma è la realtà.Domani saranno accettate le dimissioni di Ferrazzoli il quale non ne vuole sapere di tornare.Vittorio Belotti sarà supervisore e coordinatore mentre tra Squillante uomo gradito a Bisogno e a Taccone c’è di mezzo uno sponsor che ha offerto Zeman e anche un altro nome di caratura nazionale a titolo gratuito.L’Agropoli dunque tira moltissimo,Taccone rappresenta una calamita e Bisogno garantisce la solidità e la concretezza virtù già dimostrate sia ad Avellino ce nella Montorese società di cui è ancora proprietario e che rappresenta il suo fiore all’occhiello per i successi che riesce a mietere nel lancio e la valorizzazione di giovani calciatori.Un imprenditore molto importante ha contattato Taccone e gli ha offerto l’opzione su due nomi di allenatori di grido.

Uno è Zeman ma su di lui ci sono grandi perplessità,la squadra difficilmente si salverebbe e l’altro non si conosce,è top secret.La piazza preme per Squillante con il quale si risparmierebbero tanti quattrini,si valorizzerebbero i giovani di Taccone e si potrebbe programmare il futuro con più sollecitudine e con una serie di appuntamenti molto ben delineati. Zeman è un profilo molto gradito a Taccone,lo avrebbe voluto portare ad Avellino se la squadra fosse andata in serie A qualche anno fa e il presidente gongola solo a sentire il suo nome,al telefono non ci ha detto il nome di Zeman lo abbiamo saputo da altre fonti ma ha confermato il pressing che sta avendo per due  allenatori molto importanti entrambi presenti in serie A nel passato.

 

Sono due appunto i nomi di allenatori altisonanti,uno dei due è Zeman ma gli uomini dello staff che non hanno seguito Ferrazzoli e di cui Taccone si fida tantissimo  su Zeman non avrebbero dato un parere favorevole.Ad Agropoli costituirebbe solo u momento di richiamo per la gente e per far ritornare il pubblico al Guariglia ma non risolverebbe i problemi perchè,come è noto,è l’allenatore più esonerato in Italia,in Europa oltre che il più retrocesso in Italia e in Europa.Ad Agropoli non c’è bisogno del grande nome,o di un pagliaccio da circo,ci vuole uno come Squillante leader della categoria il quale non guarda in faccia a nessuno,non si prende le pratiche e i raccomandati e manda in campo i più meritori.Salverebbe la squadra ed è quello l’importante.Sergio Vessicchio