CLAMOROSO NAPOLI-SORIANO SALTA TUTTO PER UN ERRORE SUI CONTRATTI!

0
Salta tutto. Va in fumo un’operazione chiusa, blindata e firmata dal valore potenziale di oltre 13 milioni per colpa di un errore nella compilazione dei contratti: è così sfumato il trasferimento di Soriano al Napoli e il conseguenziale passaggio di Zuniga alla Sampdoria. I due club avevano raggiunto l’accordo nel pomeriggio, poi le firme alle 21.16 ma nella scrittura dei contratti improvvisamente ci si era accorti di un errore formale. A quel punto, i dirigenti del Napoli e della Samp hanno dovuto ricominciare la scrittura di una parte dei documenti necessari, impegnandosi in quella che è risultata un’inutile corsa contro il tempo. Napoli e Sampdoria, infatti, sono riusciti a completare i contratti solo alle 23.04, ovvero quattro minuti dopo il termine perentorio delle 23 della chiusura del mercato. Forse, questione al momento non confermata, la colpa è da ritrovare in quell’intoppo nato in serata sulla questione dei diritti d’immagine, che avrebbe fatto perdere tempo prezioso. In ogni caso, al momento, Soriano-Napoli e Zuniga-Samp sono da considerare due operazioni saltate. Resta un’ultima e unica speranza: se i documenti fossero stati inviati attraverso la posta elettronica certificata nei tempi giusti, l’ufficio tesseramenti della Figc potrebbe ancora accettare l’operazione. Ma l’invio di questa mail non è stato confermato dai club.
LE FIRME CI SONO — Il fatto è che le firme di Soriano e di Zuniga erano arrivate già alle 21.16, nel pomeriggio l’accordo totale tra la Sampdoria e il Napoli. Alla fine di una maratona, anche estenuante, e superato in serata anche l’intoppo relativo ai diritti d’immagine, il Napoli credeva di aver così piazzato il botto finale con il quale doveva chiudere questo mercato estivo. Dopo le firme, i legali delle due società sono stati impegnati in una corsa contro il tempo per scrivere nei tempi giusti i contratti. Ricordiamo: l’accordo prevede il passaggio di Soriano al Napoli in cambio di 13 milioni più Zuniga alla Sampdoria. Il Napoli avrebbe pagato anche metà dell’ingaggio di Zuniga dandogli un incentivo all’esodo.
L’INTOPPO — Nel pomeriggio la trattativa si era riaperta, poco prima delle 19 è arrivato l’abbraccio liberatorio tra il d.s. del Napoli Giuntoli e il presidente della Samp Ferrero. Il centrocampista aspettava sempre le mosse del Milan, ma quando i rossoneri si sono defilati verso le 18 il calciatore ha iniziato a lanciare messaggi positivi al d.s. del Napoli Giuntoli. Nell’affare è entrato con forza il presidente blucerchiato Massimo Ferrero: proprio il suo intervento su Soriano ha sbloccato l’operazione. In serata, dopo l’abbraccio Giuntoli-Ferrero, le due società hanno cominciato a scambiarsi i documenti. La chiusura dell’affare è andata per le lunghe, perché improvvisamente è spuntato l’intoppo relativo ai diritti d’immagine. Superato poco dopo le 21, e le firme sono state una naturale conseguenza. Ma non è bastato.
PISTA NACHO — Intanto, il Napoli era piombato su Nacho Fernandez al Real Madrid. La notizia arrivava dal quotidiano spagnolo Marca, e trovava conferme anche da Gazzetta: il club di De Laurentiis aveva presentato al Real una proposta per il difensore madridista, nato nel vivaio dei blancos e destinato ad essere la prima riserva di Marcelo dopo la cessione di Coentrao. In mattinata il Napoli aveva proposto anche 20 milioni alla Juventus per Rugani, incassando il no della Juve. Niente difensore: il Napoli avrebbe chiuso il mercato in entrata con Soriano.
Gasport 

Lascia un commento