Prima sfida in assoluto tra Catanzaro e Gelbison, nel match che era in programma oggi pomeriggio al Nicola Ceravolo e valevole per la giornata numero 14 del girone meridionale di Serie C.  Una sfida che sulla carta appariva proibitiva per i cilentani, al cospetto della prima della classe, che però contro il Pescara, seppur sconfitti, hanno già dimostrato di tenere testa a formazioni più blasonate ed attrezzate.

Infermeria, tuttavia, piena per De Sanzo che non poteva contare su Caccavallo, Faella, Statella, Onda e Sane, mentre Papa rientrava tra i convocati.  Davanti a D’Agostino, solito trio Loreto- Cargnelutti- Gilli. Graziani e Nunziante sugli esterni, capitan Uliano in mezzo con Papa e Fornito, in attacco De Sena e Kyeremateng. Per Vivarini gli  assenti erano Cianci e Gatti squalificati oltre all’esterno Rolando per infortunio.

Nel Catanzaro davanti a Fulignati partivano titolari Brighenti, Scognamillo e Martinelli.  Situm e Vandeputte sugli esterni , Verna, Ghioni e Sounas a centrocampo, mentre in attacco con Iemmello c’era Curcio. Dirigeva il match il signor Centi di Terni, alla prima designazione stagionale con le due squadre. In precedenza aveva diretto per l’ultima volta il Catanzaro il 3 novembre 2021 negli ottavi della coppa italia di Serie C, gara che finì 1-0 per i calabresi con rete di Curiale.

La cronaca del match: Dopo il minuto di silenzio in memoria delle vittime della strada, si comincia. Partono bene i padroni di casa dal punto di vista del dominio territoriale ed al 12′ ci provano con Iemmello, conclusione abbondantemente sul fondo. Replica degli ospiti in maglia bianca con De Sena, anche quì il pallone finisce largo al minuto 16. Due minuti più tardi Sounas si infortuna e Vivarini ne approfitta per schierarsi con il 3-4-3 dopo l’ingresso di Biasci.  Al 22′ il Catanzaro passa con Iemmello. Davvero abile l’ex Frosinone a liberarsi di Fornito e a trafiggere D’Agostino, complice anche una deviazione.

La Gelbison reagisce al 25′ ma la conclusione di Fornito finisce docilmente tra le braccia di Fulignati. 30′: cross di Biasci per Curcio, il suo colpo di testa termina a lato.  Otto minuti più tardi ancora un suggerimento del classe 94, stavolte per Vandeputte, ma l’esterno belga non riesce ad essere preciso e l’occasione sfuma. Il pallino resta in mano ai padroni di casa fino alla fine del primo tempo, ma non si registrano altre conclusioni a rete fino alla fine del primo tempo che si chiude quindi sull’ 1-0 per i calabresi.

Secondo tempo: Dopo 2′ subito pericoloso il Catanzaro.  Sugli sviluppi della punizione di  Vandeputte, dalla tre quarti,    in spaccata non arriva in tap-in sul secondo palo Scognamillo. Si infortuna pochi minuti più tardi Gilli, al suo posto entra Bonalumi. 53′: conclusione dalla distanza di Ghion, senza troppe pretese. Al 59′ il Catanzaro raddoppia, Assist di Iemmello per Biasci che in diagonale beffa D’Agostino.  Al 61′ si rivede la Gelbison: Kyeremateng si trova in buona posizione, ma Fulignati esce in modo tempestivo.  63′: Iemmello solo in area, questa volta troppo accademico poichè tenta il ”cucchiaino”, ringrazia D’Agostino che raccoglie.

Solo una squadra in campo , comunque ed è quella dei padroni di casa. Al 73′ i gol dei locali salgono a tre.  Ancora Iemmello in rete con una conclusione dalla distanza che non appare irresistibile, questa volta errore da parte di D’Agostino che si fa passare palla tra le mani e sotto le gambe. Non accade più nulla fino alla fine con il Catanzaro che continua a manovrare ed una Gelbison rassegnata con la testa al prossimo turno dove affronterà il Picerno, una partita più alla portata per i cilentani, rispetto a questa dove la superiorità dei calabresi è apparsa netta. Per gli uomini di Vivarini una sfida molto interessante nel prossimo turno all’ Adriatico contro il Pescara.

Catanzaro: Fulignati; Martinelli, Bringhenti, Scognamillo; Situm (79′ Tentardini), Verna, Ghion, Sounas (20′ Biasci), Vandeputte; Curcio, Iemmello (79′ Cinelli).  A disp: Rizzuto, Sala, Tentardini, Welbeck Nana, Bombagi, Fazio, Pontisso, Biasci, Maltese, Mulè, Katseris, Cinelli. All. Vivarini

Gelbison: D’Agostino; Gilli (52′ Bonalumi), Cargnelutti, Loreto; Graziani, Uliano (75′ Citarella), Fornito, Papa, Nunziante (63′ Correnti); De Sena, Kyeremateng (75′ Sorrentino). A disp: Vitale, Marong, Sorrentino, Mesisca, Citarella, Foresta, Savini, Correnti, Bonalumi, Paoloni. All. De Sanzo

Marcatori: 22′ e 73′ Iemmello (C), 59′ Biasci (C)

Arbitro: Centi di Terni. AA1: Catani (Fermo) AA2: Moroni (Treviglio). Quarto ufficiale: Cavaliere (Paola)

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: