Dopo il ritorno in panchina De Felice tecnico del Madre Pietra Dauna rilascia agli organi di stampa una dichiarazione molto pungente:”Mi interessa poco se posso risultare antipatico, ma il mio essere introverso, la mia volontà di non passare per quello che cerca alibi, spesso nasconde alcune verità. È del tutto legittimo esonerare un allenatore dopo 4 sconfitte, ma quando esiste una sola società e non 2, di cui una delle quali che remava dalla parte opposta. Ora di sicuro è tornato il sereno e a prescindere da come andrà a finire la mia avventura, so che finalmente si è formata una vera famiglia. Mi dispiace dirlo, ma ora il problema principale è rimettere insieme i cocci di una squadra che ho trovato a pezzi. Tre mesi di oculato lavoro buttati al vento. Daleno, Pontillo, Ciranna, Gerardi, Basso, Pastore, riempiono l’infermeria per problemi muscolari, ma tutta la squadra lamenta una ipertrofia al limite dell’infortunio. La professionalità non si compra al supermercato e le competenze non si acquisiscono facendo copia e incolla con mezzi di allenamento obsoleti e senza senso. Spero domenica di riuscire a mettere insieme 11 calciatori. Ma io credo molto in questo gruppo e sono sicuro che si salverà tranquillamente. Ora c’è bisogno solo di un po’ di serenità.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: