MANCINI HA CONVOCATO GIOVINCO IN NAZIONALE MAH……

MANCINI HA CONVOCATO GIOVINCO IN NAZIONALE MAH……

Mancini scarso e presuntuoso non finisce mai di stupire.Negativamente sia chiaro.Nations League, atto secondo. Dopo il pareggio contro la Polonia e il ko contro il Portogallo l’Italia di Mancini riparte all’amichevole contro l’Ucraina di mercoledì 10 e dal ritorno in Polonia di domenica 14. Nella lista dei 23 le due grandi novità sono entrambe in attacco. Sì a Patrick Cutrone, out dalla lista dello scorso primo settembre. No a Mario Balotelli, tagliato anche dal suo allenatore Vieira dai convocati per la prossima trasferta di Ligue 1 a Tolosa. Momento difficile della stagione di Super Mario che proprio in nazionale aveva giocato un’ora della prima partita di Nations League salvo poi saltare la sfida ai portoghesi per un infortunio. Diametralmente opposto il momento dell’attaccante milanista, che torna in azzurro dopo la convocazione dello scorso marzo (dove giocò 16 minuti nel ko 2-0 contro l’Argentina).

Super Patrick

Zero partite giocate dal primo minuto, perché tra le noie alla caviglia e mister Gonzalo Higuain non è sempre facile trovare spazio: ma già tre gol. La media di Patrick Cutrone dice infatti tre centri in appena 85 minuti giocati, scampoli di partita dove l’attaccante rossonero è riuscito sempre a dire la sua: rete decisiva contro la Roma all’ultimo respiro in campo da appena sei giri d’orologio. Dunque la freschissima doppietta in Europa League contro l’Olympiakos nella rimonta del Milan: entra lui e tutto cambia, da 0-1 a 3-1, in dieci minuti esatti, e così la chiamata di Mancini diventa quasi automatica. Chi, sul fronte opposto, perde invece il posto in attacco è proprio Mario Balotelli, meno Super del solito in un’inizio di stagione più complesso del previsto. In Francia, e a Nizza, la sua avventura migliore, stando alle statistiche, ma anche zero gol e due gialli in appena tre partite giocate in questo 2018-19. Le prime saltate per squalifica, poi lo stop pregresso proprio dalla Nazionale e due sconfitte, l’ultima con soli 45 minuti nelle gambe nel secondo tempo contro il Psg.

Torna anche Giovinco

Non si esauriscono però alla coppia d’attacco le novità per il secondo giro di Nations League di Mancini. Altro grande ritorno è quello di Sebastian Giovinco che mancava dal giro della Nazionale addirittura dal 2015 nelle qualificazioni per gli Europei con Antonio Conte in panchina. Sempre per quanto riguarda il reparto offensivo altro escluso eccellente è Andrea Belotti, mentre in difesa tornano D’Ambrosio e Acerbi (che proprio a Genova, sede della sfida all’Ucraina, esordì in azzurro). Prima chiamata per Gianluca Caprari della Samp.

La lista dei 23

Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Milan), Mattia Perin (Juventus), Salvatore Sirigu (Torino);

Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Domenico Criscito (Genoa), Danilo D’Ambrosio (Inter), Emerson Palmieri Dos Santos (Chelsea), Alessandro Florenzi (Roma), Alessio Romagnoli (Milan);

Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Federico Bernardeschi (Juventus), Giacomo Bonaventura (Milan), Roberto Gagliardini (Inter), Frello Filho Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Lorenzo Pellegrini (Roma), Marco Verratti (Paris Saint Germain);

Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Gianluca Caprari (Sampdoria), Federico Chiesa (Fiorentina), Patrick Cutrone (Milan), Sebastian Giovinco (Toronto FC), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Simone Zaza (Torino)

Categories: CALCIO

About Author