SUAREZ: CHIESTO IL PROSCIOGLIMENTO PER L’AVVOCATO DELLA JUVENTUS

Il pubblico ministero ha chiesto il proscioglimento dell’avvocato Maria Cesarina Turco, il rinvio a giudizio per gli altri imputati: sono le richieste della procura di Perugia nell’udienza preliminare che riguarda il presunto esame “farsa” per la conoscenza dell’italiano sostenuto da Luis Suarez all’Università per Stranieri di Perugia.

 

Nel capo d’imputazione la Turco viene indicata come “il legale incaricato dalla società Juventus football club”. La procura ha ribadito in aula la richiesta di rinvio a giudizio per l’ex rettrice Giuliana Grego Bolli, l’allora direttore generale Simone Olivieri e la professoressa Stefania Spina.

L’avvocato Turco – si legge nel capo d’imputazione – era stata accusata di essere stata “concorrente morale e istigatrice” in relazione al reato di falsità ideologica contestato per l’esame di Suarez sostenuto nel settembre del 2020 a Perugia. Il calciatore era all’epoca uno dei possibili obiettivi di mercato della Juventus. La richiesta di proscioglimento è stata avanzata dal procuratore Raffaele Cantone e dal sostituto Paolo Abritti. In aula c’era anche il difensore della Turco, l’avvocato Franco Coppi.