IL PROCURATORE VIVIANI SU FB: VI SPIEGO A COSA SERVONO I PROCURATORI NEL CALCIO

IL PROCURATORE VIVIANI SU FB: VI SPIEGO A COSA SERVONO I PROCURATORI NEL CALCIO

CALCIOMERCATO ESTATE 2019
Dopo aver letto un po quello che sta succedendo, sopratutto ultimamente tra società e calciatori, ho deciso di dire la mia calcisticamente parlando sul momento attuale che stiamo vivendo nella nostra regione.
Prendete con le dovute riserve quello che sto scrivendo perchè il mio è un pensiero esclusivamente personale e non vuol dire che debba mettere d’accordo tutti, ma forse qualcuno può pensarla allo stesso modo.
Come ogni anno a fine stagione si tirano le somme su quanto fatto durante l’arco dell’annata calcistica, e come ogni anno che si rispetti dove ci sono dei vinti ci sono anche dei vincitori, quindi chi esulta e chi piange, chi vince e chi perde e sopratutto chi viene promosso e chi viene bocciato.
Leggo e sento di tante società che non rispettano gli accordi, di calciatori che avanzano chi 2 chi 3 chi 4 stipendi con la certezza che non gli verranno mai corrisposti, alcuni di questi anche con famiglie a casa.
Gente che rincorre presidenti e società che si rifiutano di pagare, sia nel caso di chi non può, sia nel caso di chi non vuole (peggio).
Ebbene proprio inerente quest’ultimo passaggio penso che alla fine dell’annata calcistica si raccolga sempre quello che si è seminato, e adesso arriviamo al dunque.
Molte società pensano che non pagare i calciatori “appendendo” loro vari stipendi sia una cosa normale e della quale non vergognarsi, facendola passare come una prassi consolidata del mondo del calcio di cui non scandalizzarsi.
Quindi non corrispondere quanto pattuito a chi ha dedicato loro delle prestazioni e del tempo (che poteva essere utilizzato per altre cose forse anche più redditizie) può passare come impunito e forse, magari a loro avviso, anche inosservato.
E alla domanda ridicola che ogni tanto mi capita di sentire da alcune società seguita dalla solita affermazione “A cosa servono i procuratori?? i procuratori non dovrebbero esistere!” la mia risposta è sempre la stessa: i procuratori esistono perchè ci sono società che non rispettano gli impegni!.
Questo cosa vuol dire? vuol dire che le società che hanno seminato male si troveranno a pagare dazio con calciatori e addetti ai lavori che al momento della firma vorranno avere tutte le garanzie possibili e immaginabili (anticipi, contratti, scritture, assegni) e il più delle volte innalzando notevolmente anche il proprio ingaggio in quanto la fiducia verso quella società porta a tutelarti più del dovuto nonostante le garanzie in mano.
Differente invece per chi negli anni ha pagato regolarmente i propri tesserati mantenendo fede agli accordi presi a prescindere dalla levatura degli ingaggi pattuiti. E proprio verso queste società penso che calciatori e noi addetti ai lavori abbiamo l’obbligo morale e professionale di non speculare e di preferirle in quanto rappresentano quello che dovrebbe essere semplicemente la norma.
Ora in sede di mercato sta a noi decidere cosa fare del nostro/vostro futuro scegliendo nel miglior modo possibile con la consapevolezza di sapere che il destino della vostra annata dipende da chi avete di fronte al momento della firma.
In bocca al lupo a tutti sperando in un calcio migliore e pulito.

(FONTE: POST preso dalla bacheca facebook dell’avv. Valentino Viviani)

 


WWW.CANALECINQUETV.IT

WWW.CALCIOGOAL.IT

WWW.TUTTOJUVE.NET

Categories: CALCIO, EDITORIALE

About Author