Halloween si avvicina ma il Napoli sta già da tempo facendo vedere le streghe a tutte le avversarie che incontra e con la gara vinta  in casa con il Sassuolo, gli azzurri conquistano 13 vittore consecutive (comprese quelle in Champions).
Inarrestabili, cinici, spietati e cattivi al punto tale da chiudere la partita dopo soli 30 minuti e con già 3 gol di scarto.
Andando indietro con la memoria, non ricordo un Napoli così forte e devastante negli ultimi anni: è un gruppo totalmente rinato che gioca sull’onda dell’entusiasmo dove tutti si sentono indispensabili, si divertono e danno l’anima per ottenere in ogni modo possibile il risultato finale della vittoria.
La pantera azzurra #Osimhen sembra ancora più agguerrita quando riparte in campo da titolare dopo un piccolo stop dovuto solo al turnover (forzato e legittimo): dal piedone che la spinge dentro, sul palo più lontano, allo scavetto finale da 10 in pagella per esecuzione e stile.
#Kvaratskhelia non è da meno e da cecchino micidiale è riuscito a levare le ragnatele alla porta con una cannonata imprendibile e angolata sul primo palo.
La sensazione generale è che finora nessun avversario sia riuscito ad impensierire realmente il Napoli e che gli azzurri abbiano il dominio totale di ogni partita per tutti e 90 i minuti. Gli azzurri sembrano talmente inarrestabili che la loro rete di possesso palla e passaggi fa andare in bestia ogni avversario: ecco da dove deriva l’espulsione finale di Laurienté su doppio giallo.
La festa non finisce qui: gli spalti e il tifo non possono che accompagnare questa squadra, che realizza imprese sempre più importanti, per tutta la partita con cori spettacolari.
Dolcetto o scherzetto? Oggi per tutti gli appassionati di calcio è soltanto una dolce goduria vedere questa squadra all’opera! Dario Santoro

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: